Secondi Piatti

Cheeseburger di Maiale e prosciutto

burger maiale.jpg

INGREDIENTI

  • 400 gr carne di maiale a pezzi ( 2-3 cm) semi congelata
  • 50 gr di prosciutto crudo a pezzi ( 2 cm)
  • 50 gr di Asiago a pezzi ( 2 cm)
  • 75 gr di cipolla a pezzi
  • 30 gr di olio extravergine di oliva quanto basta
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe macinato

PREPARAZIONE

Mettere in un frullatore la carne di maiale, il prosciutto e il formaggio, tritare.

Trasferire il composto in una ciotola e mettere da parte.

Aggiungere nel frullatore la cipolla e l’olio extravergine di oliva, tritare poi insaporire .

Aggiungere la carne trita messa da parte , il sale e il pepe , mescolate.

Rivestire un vassoio con un foglio di pellicola trasparente. Con il composto formare 4 hamburger utilizzando in coppapasta  ( 8 -10 cm) e compattando la carne con il dorso di un cucchiaio . Disporre gli hamburger sul Vassoio preparato , coprire con pellicola trasparente e riporre in frigorifero per 15/20 minuti.

Ungere una padella antiaderente ( o una piastra) con un filo di olio extravergine di oliva e cuocere gli hamburger a fuoco vivo rigirandoli su entrambi i lati fino a che non raggiungeranno una cottura media.

Comporre l’hamburger a piacere  e servire.

Cheeseburger di Manzo

burger-manzo

INGREDIENTI

  • 500 gr di lombata di manzo, senza osso e con il grasso , a pezzi ( 4 cm) e semi congelata
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale

PREPARAZIONE

Mettere la carne in un frullatore  e tritare.Formare 4 hamburger utilizzando un coppapasta ( 8 -10 cm) e compattando la carne con il dorso di un cucchiaio.

Rivestire un vassoio con un foglio di pellicola e disporvi sopra gli hamburger. Coprire con pellicola trasparente e riporre  il vassoio in frigorifero per 15-20 minuti.

Ungere una padella antiaderente ( o una piastra) con un filo di olio extravergine di oliva e cuocere gli hamburger a fuoco vivo rigirandoli su entrambi i lati fino a che non raggiungeranno una cottura media.

Comporre l’hamburger a piacere  e servire.

Hamburger di Merluzzo e Gamberi

hamburger-merluzzo

INGREDIENTI

  • 50 gr di cipolla a pezzi
  • 1 spicchio di aglio
  • 2-3 rametti di prezzemolo fresco , le foglioline lavate ed asciugate
  • 50 gr di mollica
  • 40 gr di mollica i pane
  • 40 gr di latte
  • 400 gr di filetti di merluzzo a pezzi ( 3 cm)
  • 100 gr di gamberi crudi sgusciati e puliti
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

Mettere in un frullatore la cipolla, l’aglio, il prezzemolo e la mollica di pane, tritare.

Riunire sul fondo con una spatola.

Aggiungere il latte, il merluzzo, i gamberi, il sale e il pepe, tritare.

Riunire sul fondo con la spatola.

Tritare ancora . Con il composto formare 4 hamburger.

Ungere una padella antiaderente ( o una piastra) con un filo di olio extravergine di oliva e cuocere gli hamburger a fuoco vivo rigirandoli su entrambi i lati fino a che non raggiungeranno una cottura media.

Comporre l’hamburger a piacere  e servire.

Hamburger di Pollo

hamburger-di-pollo

INGREDIENTI

  • 500 gr  di petto di pollo a pezzi ( 4 cm), semi congelata
  • 1 cucchiaio di olio extravergine  di oliva
  • sale grosso

PREPARAZIONE

Mettere il petto di pollo nel frullare e tritare;

Rivestire un vassoio con un foglio di pellicola e disporvi sopra gli hamburger. Coprire con pellicola trasparente e riporre  il vassoio in frigorifero per 15-20 minuti.

Ungere una padella antiaderente ( o una piastra) con un filo di olio extravergine di oliva e cuocere gli hamburger a fuoco vivo rigirandoli su entrambi i lati fino a che non raggiungeranno una cottura media.

Comporre l’hamburger a piacere  e servire e spolverizzare con il sale grosso….

Asparagi al vapore in salsa verdeasparagi-al-vapore-bimby-620x350

INGREDIENTI

  • 500 g di asparagi
  • PREPARAZIONE

    • Lavare accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente facendo molta attenzione alle punte, fragili e delicate.
    • Tagliare l’estremità bianco-violacea del gambo, mantenendo così solo la parte verde.
    • Pelare il gambo con un pelapatate a partire da 3-4 cm sotto le punte.
    • Cuocere a vapore per circa 15 minuti. Prolungare la cottura se sono molto grandi.

    SUGGERIMENTI PER IL CONDIMENTO

    • Il condimento più classico è olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e una spruzzata di succo di limone.

    Manzo alla Birra

    manzo-stout

    INGREDIENTI

    • 1 cipolla
    • olio
    • 5 carote
    • 1 kg di manzo
    • sale
    • 2 cucchiai di farina
    • 2 bottigliette di birra chiara
    • alloro qb
    • rosmarino qb
    • 1 spicchio d’aglio

    PREPARAZIONE

    Tagliare la cipolla fine e rosolarla con un po di olio in una pirofila.

    Tagliare le carote a rondelle e aggiungerle alla cipolla.

    Aggiungere la carne di manzo tagliata a bocconcini e farla dorare.

    Salare, distribuire la farina e aggiungere birra, alloro aglio e rosmarino.

    Coprire la pirofila col coperchio e mettere in forno per 2 ore a 150 gradi.

    Pollo, pancetta e olive

    pollo-pancetta-involtini2

    INGREDIENTI

    • 8 fettine di  petti di pollo
    • 2 etti di pancetta affumicata
    • 4 Cucchiai Olio D’oliva Extra-vergine
    • 2 Cucchiai Aceto Di Vino
    • 1 Bicchiere Vino Bianco Secco
    • 4 Rametti di rosmarino
    • sale
    PREPARAZIONE
    Salate le fettine di petto di pollo , mettete all’interno il rosmarino . Ora avvolgetele nelle fettine di pancetta e chiudetele con uno stecchino. Mettere gli involtini in un largo tegame, e fateli rosolare. Mettete l’aceto  ed il vino bianco  e coprite. Fate  cuocere a fuoco basso per 30 minuti avendo cura di girarli di tanto in tanto.

    Pepite di pollo croccanti

    pepite-pollo-al-forno

    INGREDIENTI 

    • 300 gr di petto di pollo
    • 1 busta di patatine
    • latte

    PREPARAZIONE

     Tagliate il petto di pollo a straccetti
    Fate ammorbidire i pezzetti di pollo in una ciotola con del latte, per un quarto d’ora.
    Schiacciate le patatine fino a sminuzzarle e disporle in un piatto.
    Rotolate i pezzetti di petto di pollo nell’impanatura e fate aderire le patatine sminuzzate su tutto il pezzetto di pollo.
    Disponete le pepite di pollo su una placca da forno rivestita di carta forno e infornate per 20 minuti a 180°C.
    Salate e servite con ketchup e maionese. I pezzetti di pollo saranno croccanti fuori e morbidi dentro

    Fettine di Suino alle spezie

    fettine-di-suino-alle-spezie

    INGREDIENTI

    • 2 peperoncino
    • 1 chilogrammo maiale lonza
    • 20 grammi burro
    • 1 cucchiaio cumino  semi
    • 1 limone
    • q.b olio di oliva extravergine
    • q.b. sale
    • 1 bicchiere vino bianco
    • 2 anice semi
    • 1 cucchiaio coriandolo

    PREPARAZIONE

    In un mortaio o nel mixer, trita il cumino e il coriandolo con i peperoncini (cui avrai tolto i semi). Disponi il trito così preparato su un vassoio e rotolaci sopra la lonza, già legata con dello spago da cucina. Premi con le mani in modo che le spezie aderiscano bene alla carne e la coprano uniformemente.

    Rosola la lonza in padella con il burro e 2 cucchiai d’olio. Sfuma con il vino bianco, regola di sale e profuma con il succo di limone e l’anice stellato. Cuoci a fiamma bassa per circa un’ora, coprendo la padella con il coperchio. Durante la cottura, rigira di tanto in tanto la carne e bagnala con il suo liquido, cosicché resti sempre umida.

    Quando l’arrosto di maiale alle spezie è pronto, lascialo riposare per pochi minuti, quindi affettalo e servilo caldo o tiepido.

    Arrosto di maiale alle spezie: contorni e varianti

    Per accompagnare quest’arrosto di maiale alle spezie, ottimo il contorno di patate o scalogni rosolati in padella e poi cotti in forno con un mix di erbette aromatiche (ad esempio salvia, alloro e rosmarino). A seconda dell’equilibrio di sapori che vuoi dare al tuo arrosto di maiale alle spezie, puoi aggiungere anche una punta paprica o di zenzero.

    Frittelle di Alghe

    frittelle-di-alghe-bimby

    INGREDIENTI

    • 300 gr di farina
    • 100 gr di alghe
    • 150 ml di acqua (minerale)
    • 1 pizzico di sale
    • 12 gr di lievito (di birra)
    • 1 cucchiaio di bicarbonato

    PREPARAZIONE

    Per preparare le Frittelle di Alghe iniziare a lavare accuratamente le alghe (se sono surgelate occorrerà prima scongelarle).
    Mettere le alghe in abbondante acqua fredda, aggiungere un cucchiaio di bicarbonato e lasciarle in ammollo.

    Preparare la pastella: sciogliere il lievito in un po’ d’acqua, mettere la farina e l’acqua con il lievito in una ciotola ed impastare con le mani. Aggiungere la restante acqua man mano che viene assorbita.

    Sgocciolare le alghe ed aggiungerle tagliandole a pezzetti alla pastella. Aggiungere anche un pizzico di sale (molto poco, perché le alghe sono già salate, ed altro sale verrà aggiunto sulla superficie delle frittelle).

    Ottenuta una pastella coprirla con un canovaccio e tenendola in un luogo riparato porla a lievitare per 4 ore circa. Trascorso questo tempo la pastella avrà dovuto raddoppiare il suo volume.

    Riscaldare abbondante olio per friggere e procedere alla cottura delle frittelle. Potete prendere l’impasto per formare le frittelle con due cucchiai o potete utilizzare il seguente metodo: Indossare un guanto di lattice, prendere una manciata di impasto con la mano (con il guanto), schiacciare la pastella nella mano a pugno chiuso, ne fuoriuscirà un po’ dal pugno, che dovrà essere raccolta con un cucchiaio .

    Con il cucchiaio che ha preso la pastella, immergere la stessa nell’olio bollente e procedere in questo modo per formarne delle altre. Non conviene cuocerne troppe alla volta, altrimenti la temperatura dell’olio si abbassa troppo. Girarle a metà cottura e farle dorare, ci vorranno 3 minuti circa in totale. Appena saranno dorate prenderle con una schiumarola e metterle da parte. Procedere in questo modo per cuocere tutte le frittelle. Servire le Frittelle di Alghe ancora calde, spruzzandole con un po’ di sale.

    Ciambotto di Pesce

    ciambotto-pesce

    INGREDIENTI

    • 1 kg di pesce da zuppa (scorfani, pezzi di razza e di pescatrice, tranci di cernia, gallinelle, merluzzi saraghi, pagelli)
    • 4 seppie piccole
    • 4 cicale
    • 2 triglie
    • cozze (una manciata)
    • 200 gr. di pomodorini rossi maturi
    • prezzemolo (un ciuffo)
    • sale e pepe nero q.b.
    • peperoncino q.b.
    • 1 spicchio d’aglio
    • cipolla
    • olio extravergine d’oliva
    • vino bianco secco

    PREPARAZIONE

    Prima di tutto i pesci vanno privati delle viscere e squamati, le seppie spellate ed eviscerate, le cozze private del bisso e raschiate sul guscio (qualora tutto questo processo di pulitura non lo abbia già fatto il pescivendolo su richiesta); il tutto viene poi lavato accuratamente.

    Dopo si prende una padella larga, si versa un filo d’olio extravergine d’oliva e si prepara il soffritto con la cipolla e gli spicchi d’aglio tritati; prima che aglio e cipolla imbiondiscano si sfuma con una spruzzata di vino bianco secco.

    Si aggiungono poi i pomodorini taglialti a metà, una manciata di prezzemolo tritato, il peperoncino, due bicchieri di acqua, sale e pepe; si porta ad ebollizione, si copre con un coperchio e si fa cuocere a fiamma bassa fino a quando il brodo non si riduce della metà.

    Ora si può iniziare a calare il pesce, ma bisogna fare attenzione all’ordine in cui si cucinano i diversi pesci, perché ognuno ha tempi di cottura differenti; aggiungere nell’ordine: la pescatrice, le seppioline, le cozze con i gusci, le cicale, i pesci da zuppa iniziando da quelli con le carni più sode per finire a quelli con le carni più tenere e infine aggiungere le triglie.

    Una volta inseriti tutti gli ingredienti lasciar cuocere per 20 minuti a fuoco non troppo alto.

    La zuppa di pesce si serve su fette di pane tostato (crostoni) e si può gustare semplicemente in questo modo come secondo.

    Ma dalla zuppa di pesce si può ottenere anche un primo piatto squisito utilizzando il saporitissimo brodo che si ottiene con cui di solito si condiscono gli spaghetti spezzati, tipica pasta che accompagna il Ciambotto.

    Carciofi Ripieni

    carciofi_ripieni_evidenza

    INGREDIENTI

    • 12 carciofi (della stessa dimensione)
    • mollica di 3 panini
    • 100 g parmigiano reggiano grattugiato
    • 400 g formaggio filante
    • 1 mazzetto di prezzemolo
    • 4-5 cucchiai di mandorle tritate
    • 1 spicchio d’aglio
    • olio extravergine d’oliva
    • sale
    • pepe nero da macinare

    PREPARAZIONE

    Tagliare il gambo e le punte ai carciofi. Lavarli e lasciarli sgocciolare. Intanto lavare il prezzemolo, separare poi i gambi dalle foglioline. In una ciotola ampia, versare la mollica di pane e aggiungere le foglie di prezzemolo tritate, il parmigiano, le mandorle tritate, abbondante olio, sale e pepe. Mescolare bene e verificare che la mollica abbia assorbito l’olio in modo uniforme.
    Aprire i carciofi posizionandoli “a testa in giù” su una superficie piana, battendo con il palmo della mano fino a quando si apriranno. Girarli e farcirli, uno per uno, inserendo prima il formaggio tagliato a dadini al centro del carciofo, poi, l’impasto di mollica e parmigiano tra le foglie.

    Per la cottura (prima sul fuoco e poi in forno) utilizzare una teglia capiente e con i bordi alti. Versarvi 5 cucchiai d’olio, aggiungere uno spicchio d’aglio con la buccia e i gambi del prezzemolo. Aggiungere circa mezzo litro d’acqua sul fondo. Inserire nella teglia i carciofi uno accanto all’altro e coprire con un foglio di carta stagnola. Cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti. A fine cottura, gratinateli in forno preriscaldato a 180 gradi per una decina di minuti, spegnendo quando sono dorati. Servire caldi.

    FRANCIA- POLLO DI BORGOGNA

    pollo-alla-borgogna

    INGREDIENTI

    • 1 KG. E ½ DI POLLO
    • 150 GR. DI PANCETTA
    • 200 GR. DI CHAMPIGNON
    • ½ LITRO DI BRODO DI POLLO
    • 2 BICCHIERINI DI COGNAC
    • ½ LITRO DI VINO BOURGOGNE
    • 150 GR. DI CIPOLLINE NOVELLE
    • 50 GR. DI FARINA
    • 1 SPICCHIO DI AGLIO (TRITATO)
    • 110 GR. DI BURRO
    • PREZZEMOLO – TIMO – ALLORO
    • SALE – PEPE NERO

    PREPARAZIONE

    Tagliate il pollo a pezzi regolari, riuniteli in un piatto, insieme alle rigaglie, ma senza il fegato; conditeli con sale e pepe macinato al momento. Dopo aver tagliato a dadi la pancetta, versatela in una piccola casseruola con l’acqua a bollore e tenetela per circa cinque minuti, poi sgocciolatela. Rosolatela nel burro scaldato in una capace casseruola. Quando la pancetta è leggermente dorata, sgocciolatela con una paletta forata, mettetela in un piatto e tenetela a parte.

    Fate poi rosolare nello stesso grasso prima  i funghi tagliati a pezzi, quindi le cipolline, che avrete scottato per cinque minuti in acqua bollente. Recuperate gli champignon e le cipolline, con parte del sugo di cottura e uniteli alla pancetta, tenendoli da parte al caldo. Mettete ora a rosolare in casseruola i pezzi di pollo infarinati, facendoli dorare su ogni lato, a calore moderato, insaporendo con l’aglio tritato. Quindi bagnate con il vino e portate a bollore, mescolando in continuazione.

    Aggiungete il mazzetto di erbe odorose, i pezzi di pancetta, le cipolline e gli champignon; unite brodo quanto ne occorre per coprire a filo, incoperchiate e passate al forno, a calore medio, per tre quarti d’ora. Sgocciolate il pollo e le cipolline, i funghi e la pancetta, sistemateli in un piatto di servizio da tenere in caldo.

    Su fiamma vivace fate bollire la salsa di cottura, aggiungete 50 grammi di burro impastato con la farina e cuocete a fuoco dolce finché il sugo si è addensato, regolate il sale; quindi versate la salsa sul “coq au vin” e servite.Scaldate il cognac e versatelo sul pollo, lasciando evaporare.

    BACCALA’ IN PASTELLA ALLA BIRRA

    baccala-in-pastella-alla-birra

    INGREDIENTI 

    • 500 g di filetti di merluzzo
    • 6 cucchiai di farina tipo 00
    • 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
    • 2,5 dl di birra chiara
    • 4 foglie di alloro
    • 1 limone non trattato
    • olio di semi di arachidi
    • sale
    • pepe nero in grani

    PREPARAZIONE

    In una terrina setacciate la farina insieme con il lievito, una presa abbondante di sale e una macinata di pepe; incorporate lentamente la birra versandola a filo e mescolando con una frusta fino a ottenere una pastella liscia e priva di grumi. Coprite la terrina con un telo da cucina e lasciate riposare per almeno 1 ora a temperatura ambiente.
    In una capace padella antiaderente scaldate abbondante olio di semi di arachidi. Infarinate uniformemente i filetti di merluzzo predecentemente tagliati a metà nel senso della larghezza, immergeteli nella pastella e, quando l’olio sarà bollente, friggeteli pochi per volta finché saranno ben dorati, rigirandoli con due palette a metà cottura.
    Scolate il pesce fritto prelevandolo con un mestolo forato, adagiatelo per qualche istante su carta assorbente da cucina affinché perda l’unto in eccesso e salatelo leggermente. Distribuite i filetti di merluzzo nei piatti individuali e serviteli subito in tavola, decorando con il limone ben lavato, asciugato e tagliato a spicchietti e con le foglie di alloro.

    SEPPIOLINE AFFOGATE

    polipetti-affogati

    INGREDIENTI

    • 400 g seppioline
    • 400 g pomodorini di collina (scatola)
      olio extravergine d’oliva
    • origano
    • 1 spicchio d’aglio grande
      peperoncino
    • vino bianco
    • sale

    PREPARAZIONE

    Passare poco più di mezza scatola di pomodorini aggiungendo un pizzico di sale e tenere da parte
    quelli interi.
    Lavare le seppioline sotto l’acqua corrente per qualche istante e sgocciolarle in uno scolapasta.
    In una pentola a bordi alti (antiaderente) mettere un generoso giro d’olio e uno spicchio
    d’aglio a fettine sottili con un pizzico di origano e metterci le seppioline sgocciolate per qualche istante,
    girarle e mettere un filo di vino bianco per sfumare. Aggiungere i pomodorini passati e quelli
    interi tenuti da parte e schiacciarli appena con una forchetta.
    Aggiungere ancora origano e un buon giro di peperoncino e far cuocere coperto a fuoco non
    molto alto per circa 20 minuti. Quando il sughetto si sarà ristretto, le seppie saranno pronte.
    Sono adatte come secondo e possono essere utilizzate per condire pasta lunga tipo linguine.
    L’indicazione del tempo di cottura è relativamente precisa a causa del peso e del tipo di
    seppioline utilizzate, nonchè dalle dimensioni delle stesse.
    Personalmente misuro la cottura con una forchetta.

    RICOTTA

    ricotta

    INGREDIENTI

    • per una ricotta da 200 gr latte intero fresco
    • 1 l di succo di limone 1/2 filtrato

    PREPARAZIONE

    Per preparare la ricotta, in un pentolino potete a scaldare il latte: dovrete portarlo ad una temperatura di 45° misurandola con un termometro per alimenti. Intanto spremete il succo di mezzo limone  e filtratelo , quando il latte avrà raggiunto i 45° toglietelo dal fuoco, e versate nel tegame il succo ,mescolate qualche secondo con una frusta  e coprite con un coperchio .

    Dopo 10 minuti, rompete la cagliata che si sarà formata con un cucchiaio di legno  o con la frusta.Attendete qualche minuto, poi iniziate a versare un mestolo di cagliata in un colino posto sopra ad una ciotola  per raccogliere il siero.

    Lasciate scolare la cagliata qualche secondo e trasferitela scolata in una fascella da ricotta. Continuate in questo modo fino ad esaurire la cagliata. Una volta riempita completamente, ponete la fascella a scolare sul colino , coprite con un canovaccio e mettete in frigorifero per circa 3 ore. La vostra ricotta sarà pronta non appena comincerà a solidificarsi nella fascella.

    PRIMO SALE

    primo-sale

    INGREDIENTI 

    • 10 litri di latte
    • 3 ml di caglio
    • sale fine a piacere

    Con 10 litri di latte riuscirete a produrre 1 kg di formaggio fresco fatto in casa. Potete usare latte vaccino, latte di pecora o di capra. A questi ingredienti potete aggiungere delle erbette così da ottenere un primo sale alle erbe aromatiche.

    Primo sale fatto in casa, l’occorrente

    Per portare a compimento la ricetta del primo sale vi serviranno alcuni strumenti da cucina quali:

    • Mestolo forato
    • Pentola con una capienza di almeno 10 litri
    • Termometro da cucina
    • Coltello da cucina a lama lunga
    • Colino, oppure formine per formaggi freschi fatti in casa 
    • Frusta da cucina manuale

    PREPARAZIONE

    Il termometro da cucina vi servirà nella prima fase. Non fatevi spaventare da questo strumento, i modelli più economici si comprano con 5 euro.

    Diluite il caglio in mezzo bicchiere d’acqua.

    Ponete la pentola, con 10 litri di latte, sul fuoco e misurate la temperatura fino al raggiungimento di 37 °C. Spegnete la fiamma.

    Aggiungete il caglio precedentemente diluito e mescolate con il mestolo forato. Mescolate in modo da distribuire il caglio nel latte. Fate riposare per circa mezz’ora.

    Impugnate un lungo coltello da cucina, lungo perché dovete avere la possibilità di tagliare a fondo. Eseguite dei tagli grossolani a croce “sezionando” il latte in fase di coagulazione e arrivando con la lama fino al fondo. Attendete 5 minuti.

    Con l’aiuto di una frusta da cucina (usate una frusta a mano, non lasciatevi tentare dalla frusta elettrica, neanche a bassa velocità), mescolate delicatamente il coagulo andando dall’alto verso il basso.

    Il passo 5 dovrà andare avanti per almeno una decina di minuti, andando avanti noterete che si formeranno, pian piano, dei cubetti di cagliata dalle dimensioni di circa 4 – 5 cm. Andando avanti con la frusta, noterete che il formaggio primo sale fatto in casa inizia a prendere vita.

    Togliete la cagliata dalla pentola e ponetela in un colino. Se desiderate un formaggio fresco spalmabile fatto in casa, lasciate scolare la cagliata solo per qualche minuto. Più tempo permarrà la cagliata nel colino, più consistenza e densità assumerà il primo sale.

    Nel colino, il primo sale fatto in casa perde tutto il siero e assume una forma compatta. In questa fase dovrete rigirare la cagliata per due volte e salarla a piacere.

    In alternativa al colino, potete suddividere il primo sale in diverse formelle. In commercio non mancano le forme per formaggi freschi fatti in casa, tali forme sono già forate e quindi permettono la fuoriuscita del siero.

    Come conservare il primo sale fatto in casa

    Una volta terminata la ricetta, potete conservare il primo sale fatto in casa in frigorifero, proprio come fareste con qualsiasi formaggio fresco. Conservatelo nella parte più alta del frigorifero dove la temperatura è più bassa. Avvolgetelo in un pezzo di carta per alimenti e consumatelo nel giro di una settimana.

     

    PHILADELPHIA FATTA IN CASA

    philadelphia-fatto-in-casa

    INGREDIENTI 

    • 500 ml di yogurt
    • 1 cucchiaino di sale fino

    PREPARAZIONE

    Mescolate in una ciotola lo yogurt con il sale. Prendete un canovaccio, o anche un grande tovagliolo, e metteteci al centro lo yogurt salato; chiudete formando un fagotto, da sistemare in sospensione su una ciotola oppure su una pentola per la pasta. Per tenere il fagotto in sospensione, potete aiutarvi con degli stecchini per gli spiedini. Ricordate che il fagotto non deve toccare il fondo perché lo yogurt per diventare formaggio spalmabile deve perdere i liquidi in eccesso, cioè il siero, e non deve entrare in contatto con questi.

    Una volta sistemato il fagotto, lasciatelo in frigorifero per circa 24 ore, dopo le quali potete toglierlo dal canovaccio e metterlo in un contenitore ermetico, nel quale il Philadelphia fatto in casa si conserva per circa due o tre giorni.

    Se volete rendere il vostro formaggio spalmabile più sfizioso, potete aggiungervi spezie, olive, prosciutto, salmone, tonno, basilico o qualsiasi cosa la vostra creatività vi suggerisca.

     CACCIOTA FRESCA PICCANTE

    cacciotta-peperoncino

    INGREDIENTI 

    A)- 3 fuscelle da 300 gr con contenitori e tappi in tessuto
    B)- sacco da formaggio
    C)- set costituito da: telo di cotone o lino, scolapasta, contenitore

    – Per la forma: 2 fuscelle da caciotta da 300 gr

    – Per la crosta: essiccatore

    – Per la maturazione (Stagionatura)- alternative:
    luogo fresco e umido (es: cantina ecc.)
    frigorifero, carta da forno, vaschetta salva-alimenti

    INGREDIENTI PER LE 2 CACIOTTE

    • 140 gr di noci di Macadamia reidratate
    • 140 gr di anacardi reidratati
    •  60 ml di acqua non clorata
    • probiotici veg: 1/2 cucchiaino di polvere probiotica (1 capsula
    • 1 cucchiaio di maca in polvere
    • 2 cucchiai di olio di cocco
    • 2 cucchiai di succo di limone
    • 1 pizzico di sale marino integrale o rosa dell’Himalaya

     AROMATIZZAZIONE E CROSTA
    – Per la caciotta classica:1 gr di cipolla essiccata in polvere

    – Per la caciotta piccante:1 gr di cipolla essiccata in polvere, 1 gr di aglio essiccato in polvere, peperoncino tritato

    PREPARAZIONE

    Scola in un setaccio le noci e sciacquale molte bene. Fai un ultimo risciacquo con acqua non clorata. Frulla assieme le noci, l’acqua e la polvere probiotica contenuta nella capsula fino ad ottenere un composto il più omogeneo possibile. Riempi a poco più della metà ogni fuscella con il composto ottenuto e pressalo. Metti ogni fuscella all’interno del proprio contenitore per raccogliere il siero. Copri le fuscelle con carta da cucina fermata da un elastico. Lascia fermentare dalle 24 alle 48 ore in un luogo fresco e buio.

    Unisci al composto fermentato, tutti gli ingredienti previsti per questa fase e frulla bene il tutto. Avvolgi totalmente il composto con pellicola alimentare e riponilo in frigo per 24 ore. In frigo proseguirà a fermentare in assenza di ossigeno e in modo più rallentato.

    Dividi in due il formaggio.

    – Per la caciotta classica: metti la prima metà di formaggio  in un contenitore e aggiungi la cipolla essiccata. Amalgama.

    – Per la caciotta piccante: metti la seconda metà di formaggio dentro un contenitore e unisci cipolla, aglio e peperoncino. Amalgama.

    Rivesti internamente entrambe le fuscelle di pellicola alimentare in modo che questa trasbordi perché servirà ad agevolare la fuoriuscita del formaggio. Riempi ciascuna fuscella con un formaggio. Pressa con le mani in modo tale che il formaggio prenda bene la forma. Libera le caciotte dalle rispettive fuscelle sollevando i bordi della pellicola alimentare e capovolgendoli direttamente sul vassoio dell’essiccatore. Eventualmente perfeziona la forma e decora la superficie. Essicca per almeno 24 ore.

    Ricopri le caciotte con carta da forno e mettile in una vaschetta di vetro chiusa ermeticamente. Lascia stagionare le caciotte in frigo per un minimo di 15 giorni.  Il risultato migliore è dato da una stagionatura di 3 mesi.

    FORMAGELLA ALLE ERBE

    formagella-alle-erbe

    Per la preparazione della Formagella alle Erbe vi consiglio di utilizzare un latte fresco di qualità, pastorizzato o sterilizzato. Vi sconsiglio l’utilizzo di latte crudo. La formagella si conserva in un contenitore a chiusura ermetica nella zona più fresca del frigorifero, ad una temperatura  di 2-4 ° C, al massimo per un paio di giorni . Evitare gli sbalzi di temperatura per non compromettere le caratteristiche del prodotto o favorire microrganismi. A piacere, sostituire con la stessa quantità di rucola.

    INGREDIENTI PER IL BIMBY

    • 5 gr di Erba cipollina fresca
    • 5 gr di prezzemolo fresco le foglioline
    • 750 gr di latte intero fresco
    • 375 gr di yogurt naturale non zuccherato
    • 2 pizzichi di sale
    • 1 pizzico di pepe nero macinato fresco

    PREPARAZIONE

    Foderare il cestello con una garza sterile e tenere da parte.

    Mettere nel boccale l’erba cipollina e il prezzemolo, tritare ; 6 sec./ vel 7 .Trasferire in una ciotolina e tenere da parte.

    Mettere nel boccale il latte e lo yogurt, scaldare; 12 minuti/ 90 gradi/ vel. 1. Lasciar riposare per 30 minuti nel boccale chiuso.

    Aggiungere il sale, il pepe e le erbe tritate, mescolare; 5 sec. / antiorario/ vel.1. Trasferire la cagliata nel cestello foderato.

    Posizionare il cestello nel boccale e chiudere con il coperchio. Conservare il tutto in frigorifero per 4 ore circa, premendo di tanto in tanto sulla superficie con il dorso di un cucchiaio.

    Togliere la garza e sformare la formagella.

    Conservare o servire.

    FORMAGELLA ALLE ERBE

    formagella-alle-erbe

    INGREDIENTI 

    • 2 l di latte fresco parzialmente scremato
    • 80 ml di limone s
    • premuto (circa due limoni)
    • 1 cucchiaino di sale fino
    • 10 foglie menta
    • 1 rametto di rosmarino

    PREPARAZIONE

    Occorrente per la preparazione:
    Una pentola capiente, un cucchiaio di legno, fuscelle per il formaggio (oppure piccoli contenitori, tipo stampini per muffin), un setaccio capiente (oppure uno scolapasta con un tovagliolo bianco), carta forno.

    Preparare il formaggio fresco alle erbe è davvero semplice e divertente, e che grande soddisfazione gustare un formaggio preparato interamente con le tue mani!

    Innanzi tutto versa il latte in una pentola capiente e portalo ad ebollizione.

    Aspetta che il latte raggiunga per bene il bollore, a quel punto versa il succo di limone e mescola con un cucchiaio di legno, poi aggiungi anche il sale.
    Lascia bollire per 5 minuti, sempre girando, a fiamma moderata.

    Trascorso il tempo per la cottura togli la pentola dal fuoco e lascia riposare per 10 minuti il tuo formaggio fresco alle erbe senza toccare e fare nulla, vedrai che la parte liquida si separa dai grumi di formaggio.

    Con l’aiuto di uno setaccio separa la parte liquida dalla parte grumosa, puoi usare anche uno scolapasta se non hai un setaccio (se i fori sono troppo grossi inserisci all’interno dello scolapasta un tovagliolo bianco fissato alle estremità per evitare di perdere i grumi di formaggio) e lascia scolare per 5 minuti.

    Se non ami gli sprechi e ti va di cimentarti nella preparazione della RICOTTA, tieni da parte il siero (ovvero il liquido che avanza quando scoli i grumi), che si conserva in frigo per qualche giorno.

    Nel frattempo lava e asciuga le erbe, tritale finemente e aggiungile al formaggio per aromatizzarlo, mescolando bene per amalgamare.

    Versa infine il composto nelle fuscelle, premendo leggermente con un cucchiaio per compattare ed eliminare il liquido in eccesso. Se utilizzi contenitori senza buchi è necessario pressare un po’ di più i grumi nella fase precedente (nel setaccio) e rivestire i contenitori che utilizzi con carta forno bagnata e ben strizzata.

    Sforma il formaggio fresco alle erbe quando saranno passati alcuni minuti, oppure mantienilo nella formina finché non vorrai consumarlo, ma in ogni caso avvolgilo in carta forno bagnata e strizzata, in modo che si mantenga umido.

    Per mantenere il tuo formaggio fresco alle erbe per qualche giorno fai in modo che la carta forno che lo avvolge sia sempre bagnata e conservalo in frigo all’interno di un sacchetto di plastica.

    FRITTATA INVERNALE

    frittata-patate-e-prosciutto-cotto

    INGREDIENTI

    • 10 uova
    • 150g di prosciutto cotto a striscioline
    • 1 patata lessa bella grossa
    • sale
    • un pizzico di noce moscata
    • 30g di parmigiano reggiano grattugiato
    • 30g di ricotta
    • un goccio di latte

    PREPARAZIONE

    Lessare la patata e tagliarla a cubetti e tenere da parte;

    tagliare il prosciutto cotto a striscioline o cubetti;

    in una ciotola mettere le uova ed aggiungere in successione tutti gli ingredienti;

    in una padella, sciogliere un po’ di burro e fare cuocere la frittata a fiamma bassa, con coperchio.

    FORMAGGIO SPALMABILE COME LA PHILADELPHIA FATTO IN CASA

    formaggio-spalmabile

    INGREDIENTI 

    • 500 ml di yogurt magro
    • 1 cucchiaino di sale fino

    PREPARAZIONE

    Prendete uno strofinaccio o un tovagliolo di cotone, possibilmente bianco e sistematelo in una pentola per la pasta in sospensione in modo che non tocchi il fondo;

    in una ciotola mescolate lo yogurt e il sale e sistematelo nel canovaccio;

    fate un fagottino e sistematelo in sospensione sulla pentola aiutandovi con gli stecchini degli spiedini;

    il sale serve per far perdere i liquidi allo yogurt per questo occorre una pentola e uno strofinaccio in sospensione: tutti i liquidi cadranno sul fondo della pentola;

    bisogna lasciare in sospensione per circa 24 ore in frigorifero;

    una volta trascorso questo tempo si può togliere il nostro formaggio spalmabile e metterlo in una ciotola con coperchio;

    si può conservare in frigorifero per circa 2 giorni.

    LE VARIANTI DEL FORMAGGIO SPALMABILE

    Per una versione più gustosa del nostro formaggio spalmabile si possono aggiungere le nostre spezie preferite: origano, prezzemolo, basilico e quello che la nostra fantasia suggerisce.

    BASTONCINI TIPO FIDUS

    bastoncini-findus

    INGREDIENTI

    • 500 grammi polpa di merluzzo
    • 40 grammi farina
    • 2 uova
    • 1 cucchiaino prezzemolo
    • 200 grammi pangrattato
    • 1 bicchiere olio di arachidi se si decide di friggerli

    PREPARAZIONE

    Sminuzzare i filetti di merluzzo, metterli nel mixer insieme alla farina, aggiungere un cucchiaino di prezzemolo tritato e amalgamare fino ad ottenere un composto il più possibile omogeneo.

    Con le mani bagnate realizzare i bastoncini con il composto (si possono anche fare rotondi come polpette per variare un po’).
    In una ciotola mettere le uova sbattute con un po’ di sale e in un’altra il pangrattato.
    Passare i bastoncini prima nell’uovo, poi, rigirandoli un paio di volte, nel pangrattato, quindi ripetere l’operazione: prima uovo e poi pangrattato in modo da ottenere una doppia impanatura.

    A questo punto si possono cuocere in forno disponendoli su una teglia coperta di carta forno e cuocendoli in forno caldo a 180° per circa 20 minuti (ma controllate perché i tempi variano a seconda del forno).
    In alternativa si può decidere di friggerli in poco olio di semi fino alla completa doratura. Da servire rigorosamente con contorno di patate!

    WURSTEL FATTO IN CASA

    wustel-fatti-in-casa

    INGREDIENTI

    • 400 gr di petto di pollo
    • 8+ 8 cucchiai di salsa barbecue
    • 1 cucchiaino di sale
    • panini, maionese, senape e ketchup per condire a piacere

    PREPARAZIONE

    Niente di più semplice che preparare questi wurstel di pollo fatti in casa.

    Prendere il petto di pollo, privatelo delle cartilagini, ossicini e grasso ottenendo 400 gr di polpa

    Tritare la polpa quanto più finemente possibile con il tritatutto, fino ad ottenere una specie di pasta, quindi ho aggiunto 8 cucchiai di salsa barbecue ed il sale.

    Bagnarsi le mani e dividere il composto in 4 parti di uguale peso, compattare ogni parte quanto più possibile con le mani, quindi ungere leggermente il piano di lavoro e dare  la forma di un salsicciotto.

    Prendere un pezzo di pellicola trasparente per microonde, adatta quindi a sopportare alte temperature, ed ho avvolto il salsicciotto di pollo in modo molto stretto nella pellicola, legando la pellicola alle estremità.

    Con uno stuzzicadenti fare un paio di forellini nella pellicola e mettere il  wurstel di pollo a bollire in circa 1,5 lt di acqua salata in cui avete sciolto la restante salsa barbecue.

    Fare sbollire i wurstel per circa 8 minuti, li ho scolati e lasciarli raffreddare sempre avvolti nella pellicola.

    Una volta freddi, rimuovere la pellicola e spennellare i wurstel ottenuti con  l’altra salsa barbecue, quindi li ho fatti grigliare su di una padella di ghisa per qualche minuto, fintanto che si sono ben riscaldati ed hanno evidenziato le bruciature della griglia.

    Servire con maionese, ketchup e senape dentro un bel panino di semola, naturalmente fatto in casa con lievito madre.

    RICOTTA CON SUCCO DI LIMONE SENZA CAGLIO

    limone-e-ricotta

     INGREDIENTI 

    • 1lt e mezzo di siero
    • il succo di mezzo limone
    • 1 cucchiaino di sale fino

    PREPARAZIONE

    In una pentola a bordi alti mettete il siero e il latte e portate a ebollizione.

    Ad ebollizione raggiunta, sempre mescolando, versate il succo di limone e aggiungete il sale; regolate la fiamma affinché il latte non trabocchi e, sempre continuando a mescolare, fate cuocere per circa un quarto d’ora. Trascorso questo tempo togliete dal fuoco la pentola e lasciate raffreddare. Vedrete piano piano che la parte sierosa si separerà e il latte comincerà ad assumere una consistenza di piccolissimi grumoli, diversi però da quelli ottenuti durante la realizzazione del formaggio.

    Prendere un colapasta o ancora meglio un chinoise, foderare l’interno con un tovagliolo bianco pulitissimo, e versare il latte sieroso; fatto questo il siero rimanente andrà buttato via.  Lasciare riposare la ricotta ottenuta per una decina di minuti affinché il siero venga disperso; per agevolare la procedura potete anche strizzare leggermente il tovagliolo.

    Riempire una piccola fascellina con la ricotta ottenuta pressandola bene;

    La vostra ricotta fatta in casa è pronta, potete consumarla subito oppure tenerla in fresco fino al momento dell’utilizzo.

    LOMBATA D’AGNELLO IN SALSA BALSAMICA

    lombata-1

    Lombata d’agnello in salsa al balsamico…. La primavera è alle porte con la lombata d’agnello all’aceto balsamico, che sarà eccezionale da portare in tavola anche a Pasqua…

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE

    • 300 g d’asparagi verdi
    • 300 g d’asparagi bianchi
    • 1 mazzetto di ravanelli
    • 4 lombate d’agnello di ca. 150 g
    • sale
    • pepe
    • 1 cucchiaio d’olio
    • 3 cucchiai d’aceto balsamico invecchiato
    • 3 dl di salsa d´arrosto legata
    • 1 cucchiaio di burro
    • 1 cucchiaio di zucchero a velo

    PREPARAZIONE

    Pelate tutto il gambo degli asparagi bianchi e solo il terzo inferiore di quelli verdi. Spuntateli e tagliate i gambi a fette oblique di ca. 5 mm.

    Dividete i ravanelli in quattro.
    Condite la carne con sale e pepe. Rosolatela nell’olio ca. 4 minuti per lato. Tenete la carne in caldo.

    Versate l’aceto balsamico e la salsa d’arrosto in padella, fate ridurre un poco e condite.
    Nel frattempo rosolate gli asparagi nel burro per ca. 5 minuti. Unite i ravanelli e lo zucchero a velo e fate rosolare brevemente. Condite con sale e pepe. Servite la carne con le verdure e spruzzate con la salsa.

    POLLO MIMOSA

    POLLO MIMOSA

    INGREDIENTI

    •   400 gr di petto di pollo
    • 1 vasetto di yogurt bianco
    • 1 o 2 cucchiai di curry (secondo il gusto personale)
    • 1 cipolla
    • brodo vegetale q.b.
    • olio extravergine d’oliva
    • sale q.b.

    PREPARAZIONE

    Tagliate il petto di pollo in modo da ottenere dei bocconcini di piccole dimensioni.

    In una padella fate rosolare la cipolla tritata con un pò di olio di oliva. Aggiungete il pollo, coprite con il coperchio e lasciate rosolare per circa 10-15 minuti.

    Aggiungete un mestolo di brodo vegetale, il curry e proseguite la cottura. Aggiustate di sale.

    A cottura quasi ultimata aggiungete lo yogurt, amalgamandolo bene con il pollo.

    Servite il pollo al curry caldo.

    Polpette di carne e spinaci

    download (7).jpg

    • 200 gr spinaci o biete (già cotti)
    • 300 gr carne tritata
    • 1 uova
    • 2 cucchiai parmigiano grattugiato (facoltativo)
    • 2 cucchiai pangrattato (se intolleranti sostituire con quello senza glutine)
    • sale q. b.
    • erbe aromatiche a piacere

    Istruzioni

    Mettere nel boccale la carne e gli spinaci, tritare: 5 sec. vel. 7.

    Riunire sul fondo con l’aiuto della spatola e aggiungere il resto degli ingredienti, amalgamare: 30 sec. vel. 4.

    Con le mani inumidite formare delle polpette della grandezza che preferite e passarle nel pangrattato.

    Cuocerle in una padella con un filo d’olio rigirandole spesso da entrambi i lati.

    Lasciar intiepidire leggermente e servire

    SENZA BIMBY 

    • 100 g. di carne macinata
    • 1 cubo di spinaci surgelati
    • 1 cucchiaio di parmigiano
    • 1 cucchiaino di olio
    • 3-4 cucchiai di pangrattato

    Come si preparano:

    Cuocete al vapore o lessate gli spinaci, frullateli (potete aggiungere un pò di acqua di cottura o un cucchiaino di ricotta per renderli più cremosi), aggiungete il sale e l’olio. Amalgamate gli spinaci alla carne, aggiungete il parmigiano e un cucchiaio di pangrattato (potete aumentare in base alla consistenza desiderata) e formate dei piccoli hamburger. Passateli nel pangrattato rimasto. A questo punto sono pronti per la cottura: potete cuocerli in forno aggiungendo un filo di olio, o in padella. Io li cuocio in una padella antiaderente, su un fornello grande a fuoco lento, mettendo un coperchio, 10 minuti per lato. Altrimenti se mettete l’olio nella padella per cuocerli mandate a fuoco allegro 5 minuti per lato.

    Zucchine tonde ripiene di carne

    zucchine-tonde-ripiene-di-carne--md-33967p41843.jpg

    • 2 zucchine tonde
    • 1 patata già lessata
    • 50 gr prosciutto cotto tritato
    • 1 scalogno
    • 120 gr carne macinata di vitello
    • 1 cucchiaio parmigiano grattugiato
    • 1 cucchiaio prezzemolo
    • 1 albume
    • noce moscata q. b.
    • sale q. b.

    Istruzioni

    Lavare e asciugare le zucchine, tagliare le calotte e scava la polpa e tienila da parte.

    Mettere nel boccale lo scalogno, tritare: un colpo a vel. Turbo

    Aggiungere tutti gli altri ingredienti (patata, prosciutto, carne tritata, grana, prezzemolo, albume) compresa la polpa delle zucchine, amalgamare: 1 min. vel. 5-6.

    Aggiungere la noce moscata, il sale e il pepe, insaporire: 15 sec. vel. 6.

    Riempire le zucchine con il composto ottenuto.

    Foderare una teglia con la carta da forno, irrorare con un filo d’olio e disporre le zucchine sopra.

    Aggiungere poca acqua calda e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30-40 minuti.

    Lasciare intiepidire e servire

    SENZA BIMBY

    • 4 zucchine tonde
    • 250 gr di carne di vitella o di manzo macinata
    • 200 gr di mortadella macinata
    • 4 cucchiai di parmigiano
    • 3 fette di pane in cassetta
    • 1 uovo
    • latte
    • foglie di basilico
    • olio
    • sale
    • pepe

    Tagliate la calottina superiore delle Zucchine e svuotatele con un cucchiaino, lasciando da parte metà della polpa. Lessatele 5 minuti in acqua bollente salata. Scolatele e mettetele ad asciugare capovolte su un canovaccio.

    Mentre si raffreddano fate rosolare la polpa delle zucchine in una padella con un poco di olio oppure a piacere con una noce di burro per circa 5 minuti. Schiacciatela molto bene con una forchetta, aggiungete la carne macinata e lasciate rosolare. Quindi trasferite tutto in una ciotola e lasciate raffreddare.

    Mettete ad ammollare il pane in cassetta privato della crosta nel latte. Unite alla carne, la mortadella, il parmigiano, il pane in cassetta strizzato e sminuzzato, le foglie di basilico spezzettate, le uova leggermente sbattute, sale, pepe.

    Lavorate il tutto bene fino ad ottenere un composto molto morbido con cui riempire le zucchine.

    Disponete le zucchine ripiene in una pirofila da forno unta d’olio e coprite ciascuna zucchina con la calottina tagliata in precedenza. Irrorate di olio e ponete in forno caldo ventilato per 25 minuti a 200 °C.

    Potete utilizzare le classiche zucchine, ma quelle rotonde si prestano meglio ad essere riempite, non fosse altro che per l’effetto scenografico del piatto finito. Fate attenzione poi a comprimere bene le zucchine all’interno della pirofila dove le andrete a cuocere, questo farà si che non si seccheranno troppo durante la cottura.

    POLPETTE AL SUGO

    POLPETTE AL SUGO

    INGREDIENTI BIMBY

    • 400 gr di carne macinata (io ho usato il vitello)
    • 2 uova
    • 20 gr di prezzemolo
    • 50 gr di parmigiano grattugiato
    • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
    • 40 gr di pane raffermo
    • 40 gr di latte
    • sale e pepe q. b.
    • 600 gr di passata di pomodoro
    • 1/2 cipolla tritata
    • 20 gr di olio EVO

    PREPARAZIONE

    Dovrete mettere  nel boccale il prezzemolo e l’aglio, tritare: 5 sec. vel. 7, riunire sul fondo con l’aiuto della spatola e aggiungere la carne, le uova, il parmigiano e il pane precedentemente ammollato nel latte, salare e pepare, amalgamare: 15 sec. vel. 5. Formare con le mani leggermente inumidite delle polpettine e sistemarle nella campana/recipiente e nel vassoio del Varoma precedentemente oliati. Nel boccale pulito mettere la cipolla tritata e l’olio, soffriggere: 3 min. 100° vel. Soft, versare la passata di pomodoro, chiudere il coperchio e posizionare il Varoma, cuocere: 20 min. Varoma vel. Soft. Impiattare e servire le polpettine con il sugo.

    POLPETTE AL VINO BIANCO

    POLPETTE VINO BIANCO

    INGREDIENTI BIMBY

    • 600 gr di carne macinata di vitellone
    • 50 gr di latte
    • 2 uova
    • sale q.b.
    • 1 cipolla
    • 150 gr di vino
    • 1 cucchiaio di dado
    • 55 gr di pane raffermo
    • 40 gr di parmigiano
    • noce moscata q.b.
    • pepe q.b.
    • 30 gr di olio
    • 1 foglia di alloro
    • farina q.b.

    PREPARAZIONE

    Dovrete mettere nel boccale il pane, il latte, la noce moscata, il sale, il pepe e il parmigiano e frullate per 10 secondi a velocità 4; poi aggiungete la carne ed amalgamate per altri 10 secondi a velocità 4.

    Dovrete formare con le mani delle palline, infarinatele e inseritele nel cestello con mezza cipolla e l’alloro; poi mettete la cipolla restante nel boccale e tritate per 10 secondi a velocità 8.

    Aggiungere l’olio e soffriggete per 3 minuti a 100° a velocità 3, unire il vino, 150 gr di acqua, il dado, inserite il cestello e cuocete per 30 minuti a 100° e a velocità 1.

    Nel caso in cui il brodo risultasse molto liquido cuocete a temperatura varoma gli ultimi 10 minuti; sistemate le polpette in un piatto da portata, aggiungete il sughetto e servite.

    POLPETTINI AL VAROMA CON SUGHETTO VELOCE

    113_9282

    INGREDIENTI BIMBY

    Per le polpette

    • 500 g carne macinata, (vitello, vitellone, pollo, tacchino, mista con salsiccia, ecc.)
    • 100 g pane raffermo
    • 1 spicchio aglio
    • q.b. prezzemolo
    • 40 g latte
    • 2 uova
    • 50 g parmigiano
    • q.b. sale e pepe

    Per cuocere

    • sedano
    • carota
    • cipolla
    • 100 g vino bianco
    • 400 g acqua
    • dado
    • 30 g farina
    • 40 g burro

    PREPARAZIONE

    Dovrete mettere nel boccale  pane, aglio,prezzemolo e parmigiano: 20/30 sec. Vel 10;

    Unite latte, carne uova, sale e pepe: 40 sec vel 2/3;

    Verificare che l’impasto sia morbido, ma non appicicoso, in caso unire ancora un po’ di latte o di parmigiano;

    Formare con le mani le polpettine e disporle nel varoma in piu’ strati;

    Mettere nel boccale le verdure a pezzi, l’acqua il vino e il dado: 8 min temp varoma vel. 3;

    Togliere il misurino, posizionare il varoma e cuocere 30 min. temp varoma vel. 3;

    Togliere il varoma e unire al liquido di cottura burro e farina: 5 min. 80° vel. 4, poi 20/30 sec vel turbo;

    Disporre le polette in un piatto da portata e coprire con la salsetta.

    POLPETTE DI ZUCCA AL FORNO

    POLPETTE DI ZUCCA

    INGREDIENTI BIMBY

    • 500 g di polpa di zucca
    • 30 g di pane, gratuggiato + quello che serve per impanare le polpette
    • 40 g di Parmigiano
    • 50 g di formaggio, tipo Branzi o caciotta
    • 1 uovo
    • 500 g di acqua
    • un pò di erbe aromatiche
    • sale e pepe q.b.

    PREPARAZIONE

    Dovrete cuocere la zucca tagliata a cubetti (nel cestello o nel varoma) 500 g di acqua e il sale: 20-25 min Varoma vel 1.

    A questo punto dovrete asciugare il boccale , tritare i formaggi con le erbe aromatiche: 15 sec vel 8, unire la zucca cotta, l’uovo, il pane grattugiato, sale e pepe, amalgamare 20 sec vel 5, formare le polpette passarle nel pane grattugiato metterle in forno 180° per 15 min con un filo di olio, girarle dopo 10 min

    Con questo impasto si possono fare degli sformatini, ungere  e infarinare con il pane grattugiato dei pirottini, sopra una spolverata di parmigiano un fiocchetto di burro, in forno x 20 min 180°.

    POLPETTE DI ZUCCHINE AL FORNO

    polpette-zucchine-ricotta (1)

    INGREDIENTI BIMBY

    • Un ciuffetto di prezzemolo
    • 40 g di grana
    • 30 g di olio extravergine di oliva + q.b.
    • 30 g di cipolla
    • 400 g di zucchine
    • Sale q.b.
    • 200 g di pane
    • 2 uova medie (60 g l’una)
    • Pangrattato q.b.
    • Pepe q.b.
    • Noce moscata q.b.

    PREPARAZIONE

    Dovrete mettere nel boccale un ciuffetto di prezzemolo lavato e asciugato, 40 g di grana e trita 50 Sec. Vel. 7. Metti da parte.

    Versate nel Bimby 30 g di olio extravergine di oliva, aggiungere 30 g di cipolla e soffriggere 3 Min. Temp. Varoma Vel. Soft.

    Aggiungere 400 g di zucchine lavate, mondate e fatte a pezzi, una presa di sale e cuoci 20 Min. 100° Vel. Soft.

    Aggiungere  il grana con il prezzemolo messo da parte , un pizzico di pepe, una grattata di noce moscata, 200 g di pane a pezzetti, 2 uova e mescola 15 Sec. Vel. 7.

    Lasciare riposare il composto 10 Min.

    Accendere il forno a 240°.

    Ricavate con le mani delle porzioni della grandezza di una noce e dai la forma di una polpetta, schiaccia poi leggermente tra i palmi per dare una forma a disco.

    Ungi una teglia da forno con olio extravergine di oliva.

    Passate le polpette nel pangrattato, disponile sulla teglia, spennella con olio extravergine di oliva e cuocile in forno 20 Min. a 240°. A metà cottura gira lo polpette.

    Servi le polpette di zucchine tiepide, magari accompagnate con una maionese senza uova.

    POLPETTE CECI E ZUCCHINE

    Falafel with pita and tzatzikiINGREDIENTI BIMBY

    Per il preparato:

    • 330 grammi ceci, lessati
    • 30 grammi olio extravergine di oliva
    • 50 grammi Parmigiano grattugiato
    • 50 grammi pangrattato
    • 50 grammi farina 00
    • 1 spicchio aglio, (facoltativo)
    • 1 uovo, medio
    • 1 zucchina, medio/grande
    • q.b. sale e pepe
    • qualche fogliolina prezzemolo fresco
    • limone, facoltativo

    PREPARAZIONE

    Dovrete mettere nel boccale i ceci sgocciolati, olio, sale, pepe, aglio se lo volete, prezzemolo e frullate 7/8 sec. vel.5;

    Aggiungere pangrattato, parmigiano, uovo e farina ed amalgamate per circa 10 sec. a vel. 4;

    Svuotare il preparato in una ciotola, e mettere nel boccale le zucchine tagliate a pezzi, facendole andare per 5/6 sec. a vel. 5;

    Versare le zucchine frullate nella ciotola con i ceci e mescolare con un cucchiaio.

    Dopodiché iniziare a formare le polpettine e sistemarle in un piatto piano leggermente distanziate tra di loro.

    O se si preferisce cuocerle in forno, sistemarle direttamente su carta forno e in una teglia, ed infornarle in forno preriscaldato a 180° per circa 15/20 minuti;

    Se preferite cuocerle in padella come ho fatto io, versate un filo d’olio in una padella antiaderente e adagiate tutte le polpettine, facendo in modo che non siano una sull’altra, e fatele rosolare da entrambi i lati per una decina di minuti a lato;

    Quando sono dorate da entrambi i lati, metterle direttamente in un piatto da portata.

    POLPETTE DI QUINOA

    polpette di quinoaINGREDIENTI BIMBY

    • 300 gr di quinoa in grani
    • 1 cucchiaino di curry o curcuma in polvere
    • 100 gr di zucca
    • 100 gr di carote
    • 40 gr di olio EVO
    • 1 scalogno
    • prezzemolo q. b.
    • pangrattato senza glutine
    • 600 gr di acqua
    • sale e pepe q. b.

    PREPARAZIONE

    Dovrete inserire  nel boccale l’acqua, la curcuma o il curry e la quinoa, cuocere: 20 min. 100° Antiorario vel. Soft.

    A cottura ultimata mettere in un colino a scolare. Nel boccale pulito e asciutto aggiungere lo scalogno, tritare: 5 sec. vel. 7, aggiungere 30 gr di olio e le carote tagliate a pezzetti, soffriggere: 3 min. 100° vel. 1. Unire 50 ml di acqua, cuocere: 2 min. 100° vel. 1.

    Aggiungere la zucca tagliata a tocchetti e cuocere nuovamente: 7 min. 100 vel. 1. A questo punto unire la quinoa sgocciolata e due cucchiai di olio evo, frullare: 30 sec. vel. 7 Spatolando. Lasciar intiepidire leggermente e formare delle polpettine e impanarle con il pangrattato senza glutine. Informare le polpette a 200° per 20-25 minuti circa. Lasciar intiepidire e servire

    POLPETTINE CINESI

    polpette-cinesi

    INGREDIENTI BIMBY

    • 200 grammi macinato di suino
    • 100 grammi cavolo cinese
    • 1 uovo
    • 2 cucchiaini salsa di soia
    • 2 cucchiai sakè
    • 1 cucchiaio maizena
    • 2 cucchiaini olio di sesamo
    • olio per friggere
    • sale q.b.
    • pepe q.b.

    PREPARAZIONE

    Lavare il cavolo e asciugare e tagliare a pezzi.
    Inserire nel boccale il cavolo e tritare in 10-12 sec./vel. 5.
    Aggiungere tutti gli ingredienti elencati (escluso l’olio per friggere) e amalgamare in 30 sec./antiorario/vel. 4.
    Lavorare con le mani e create l’impasto delle polpettine cinesi, quindi formate tante piccole palline.
    Scaldate l’olio in padella e immergente le polpettine per 2-3 minuti, per farle dorare su entrambi in lati. L’olio deve essere caldo ma non bollente. Ancora meglio se potete usare il Wok.
    Scolate le polpettine cinesi su carta assorbente e servite caldissime.

    OSSOBUCO ALLA MILANESE

    • 4 ossibuchi di vitello (700 g)
    • Farina q.b.
    • Uno scalogno
    • 40 g olio extravergine di oliva
    • 10 g di burro
    • 100 g di vino bianco secco
    • Sale q.b.
    • Pepe q.b.
    • 50 g di acqua o brodo
    • Una dose di gremolada (trito di scorza di limone, prezzemolo e aglio)

    Infarina da ambo le parti 4 ossobuchi, scuotendoli leggermente per togliere l’eccesso di farina.

    Inserisci uno scalogno nel boccale e trita 5 Sec. Vel. 7. Raccogli sul fondo con la spatola.

    Aggiungi 40 g di olio, 10 g di burro e gli ossobuchi e rosola 5 Min. Temp. Varoma Antiorario Vel. Soft.

    A metà cottura, gira gli ossobuchi per rosolarli da ambo le parti.

    Sfuma con 100g di vino e continua la cottura senza misurino 5 Min. Temp. Varoma Antiorario Vel. Soft.

    Aggiungi sale e pepe, unisci 50 g di acqua o il brodo e continua la cottura con il misurino 40 Min. 100° Antiorario Vel. Soft.

    Aggiungi la gremolada 3 Min. 100° Antiorario Vel. Soft.

    Servi.

    SENZA BIMBY

    • 6 ossobuchi di vitello tagliati piuttosto alti dal garretto posteriore
    • 80 gr burro
    • 1 dl vino bianco
    • farina
    • brodo
    • sale e pepe
    Per la gremolata
    • aglio
    • prezzemolo
    • limone
    In aggiunta in alcune varianti
    • noce moscata
    • rosmarino
    • pomodoro o salsa di pomodoro
    • acciuga o pasta d’acciuga in tubetto
    Infarinate e passa nel burro gli ossi buchi.
    Dovrete farli  rosolare un poco dai due lati.
    Continuare la cottura a fuoco molto moderato bagnando gli ossi buchi con ripetute spruzzate di vino bianco e successivamente di brodo, aggiustando  poi di pepe e sale. (A questo punto, se vuoi puoi aggiungere anche un pizzico di noce moscata)
    Quando  vedrete che la carne comincia a staccarsi dall’osso Bisognerà preparare la agremolata: un pesto di aglio, prezzemolo, buccia di limone (solo la parte verde, elimina la parte bianca lanuginosa) che versi sopra gli ossi buchi negli ultimi minuti di cottura.
    Date poi qualche rigirata, cautamente, per fare legare la gremolata al fondo di cottura: e gli ossi buchi sono pronti.

    OSSOBUCO CON I PISELLI

    NGREDIENTI PER 4 PERSONE

    • 4 ossobuco
    • 200 g piselli
    • 50 g vino bianco secco
    • 40 g olio di oliva extravergine
    • Quanto basta farina
    • 1 cucchiaino di dado granulare
    • sedano 1 gambo
    • 1 carota
    • 1 mazzo di prezzemolo
    • 1  spicchio di aglio
    • 1 cipolla
    • quanto basta sale
    • Quanto basta pepe
    • 0,35 l acqua

    Dovrete mettere nel boccale uno spicchio di aglio, una cipolla, un gambo di sedano e una carota puliti e tagliati a pezzi, le foglie di un mazzo piccolo di prezzemolo e tritate 7 secondi Vel 7. A questo punto, infarinate gli ossibuchi.

    Aggiungere 40 g di olio extravergine di oliva e gli ossibuchi infarinati. Regolare di sale e pepe e lasciare insaporire 10 minuti Temp Varoma Antiorario Vel Soft.

    Dovrete mettere gli ossibuchi nel cestello .Inserire 50 g di vino bianco secco e fatelo sfumare 5 minuti Temp Varoma Antiorario Vel 1.

    Dovrete sciogliere 0,35 litri di acqua un cucchiaino di dado granulare e a questo punto, versatelo nel boccale. Posizionare il Varoma con 200 g di piselli sgranati e cuocete 40 minuti Temp Varoma Vel 1.

    Mettete gli ossibuchi nel boccale con i piselli e fate insaporire 2 minuti 100°C Antiorario Vel Soft.

    SENZA BIMBY

    • 4 ossobuco di vitellone o manzetta
    • ½ kg di pisellini surgelati
    • Aglio
    • Sale
    • 2 cucchiai rasi di farina 00
    • 50 gr di pancetta
    • sedano
    • 2 bicchieri di vino bianco
    • 1 cipolla
    • Salvia
    • Olio extravergine di oliva
    • Peperoncino
    • 2  carote

     

    Lavare la cipolla, le carote e il sedano, fateli a pezzettini.

    Scegliere in una padella o un tegame abbastanza grandi da contenere tutti gli ossibuhi affiancati tra di loro, mettete olio extravergine di olivaagliosalvia sale, versate le verdure fatte a pezzetti e fate soffriggere per qualche minuto.

    Lavare gli ossibuchi e ,se ci sono, togliete i pezzettini di ossa residui, asciugateli bene, togliete la pellicina esterna così cuoceranno meglio.

    Passateli nella farina e togliete quella in eccesso prima di metteteli in padella con la pancetta tagliata a cubetti.

    Aggiungete il vino bianco e girate abbastanza spesso gli ossIbucHI così non si attaccheranno al fondo e soprattutto grazie alla farina si potrà formare il classico sughetto.

    Aggiungete i piselli surgelati o quelli in scatola e mescolate, unite il peperoncino e lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 30-40 minuti.

    OSSOBUCO AL POMODORO
    – 2 ossibuchi
    – 1/2 cipolla
    – 1 costa di sedano
    – 40 g di olio d’oliva
    – 50 g di vino bianco
    – sale q.b.
    – pepe q.b
    – peperoncino q.b.
    – 400 g di polpa di pomodoroDovrete iniziare a tritare la cipolla e il sedano: 5 sec. vel. 7.

    Inserire l’olio e fate rosolare: 3 min. 100° vel. 1.
    Inserire  la carne nel cestello ,il vino, il sale, il pepe e il peperoncino e fate cuocere: 10 min. 100° vel. soft, antiorario.
    Infine , dovrete aggiungere  il pomodoro e fate cuocere: 50 min. 100° vel soft, antiorario.
    senza bimby
    • 3 Ossibuchi di vitello
    • 200 grammi di Passata di pomodoro
    • 50 millilitri di  brodo vegetale
    • quanto basta di Carota
    • quanto basta di Cipolla
    • quanto basta di sedano
    • quanto basta di olio
    • quanto basta di Rosamarino
    • quanto basta di sale

    Dovrete prendete gli ossibuchi e sciacquateli sotto l’acqua corrente.

    In una padella mettere la cipolla, la carota ed il sedano tagliati a piccoli pezzi, aggiungete l’olio extravergine di oliva e fate soffriggere qualche istante. Aggiungere sopra gli ossibuchi, il sale e fateli  cuocere leggermente da entrambi i lati.

    Aggiungere il brodo vegetale e fatelo sfumare per qualche minuto insieme alla carne.

    Tagliate a piccoli pezzi del rosmarino ed aggiungetelo nella pentola, poi dovrete aggiungere il sugo di pomodoro, mettete un coperchio sulla pentola e lasciate cuocere 1 ora, girando di tanto in tanto gli ossibuchi.

    Trascorso il tempo necessario per la cottura, l’ossobuco con salsa di pomodoro è pronto da essere  portato in tavola.

    OSSOBUCO AL CURRY CON VERDURE

    • 2 zucchine
    • 1 patata grande
    • 2 carote
    • 1 cipolla
    • olio extravergine di oliva 50 g
    • Quanto basta drangoncello
    • 4 ossobuco di vitello
    • farina quanto basta
    • 1 bicchierino di vino bianco
    • 1 cucchiaino di dado vegetale
    • 1 cucchiaio di fecola di patate
    • 2 cucchiaini di curry
    • sale quanto basta
    •  acqua 0,2 l

    Dovrete iniziare a lavare 2 zucchine, pelate una grossa patata e 2 carote. Tagliare zucchine e carote a rondelle e le patate a spicchi. Tenere da parte qualche rondella di carota e disponete il resto delle verdure nel Varoma, distribuendole tra campana e vassoio del Varoma

    Pulire una cipolla, tagliatela in quarti e mettetela nel boccale del bimby con qualche rondella di carota e tritate 5 secondi Vel 5. Con la spatola prendete e dal fondo. Aggiungete 40 g di olio extravergine di oliva, una spolverizzata di dragoncello e stufate 3 minuti 100°C Vel Soft.

    Infarinate 4 ossibuchi di tacchino ed eliminate la farina in eccesso. Adagiateli sulle lame e cuocete 5 minuti 100°C Antiorario Vel 1, senza misurino. Dopo 2 minuti versate dal foro del coperchio un misurino di vino bianco.

    Aggiungere 200 g di acqua, un cucchiaino raso di dado vegetale e scaldate 5 minuti Temp Varoma Antiorario Vel Soft. Posizionate il Varoma e proseguite la cottura 25 minuti Temp Varoma Antiorario Vel Soft. A cottura ultimata, disponete la verdura su un piatto da portata e condite con olio extravergine di oliva e sale.

    Tenere da parte gli ossibuchi, lasciando la salsa di cottura nel boccale. Mettere in una tazza un cucchiaio scarso di fecola di patate e scioglietela aggiungendo un po’ per volta il liquido di cottura della carne. Versate nel boccale la fecola sciolta e mescolate col la spatola, aggiungete 2 cucchiaini di curry e fate addensare 3 minuti Temp Varoma Vel 2.

    SENZA BIMBY

    • 4 ossibuchi di tacchino
    • 2 spicchi di aglio
    • 1 cucchiaio di curry in polvere
    • farina 00 q.b.
    • olio
    • sale
    • 250 ml di brodo vegetale o di pollo
    • 1/2 bicchiere di vino bianco secco

    dovrete iniziare a prendere un tegame basso e largo scaldare qualche cucchiaio di olio con 1 spicco d’aglio.

    Aggiungere gli ossibuchi che avrete salato e passato in precedenza nella farina.

    Fate rosolare bene da entrambi i lati.

    Spolverizzare gli ossobuco con curry e sfumare con il vino.

    Aggiungete una parte di brodo e coprire la pentola con un coperchio.

    Lasciate cuocere 30-40 minuti.

    Se necessario aggiungete altro brodo.

    Servire ben caldi.

    OSSOBUCO AI CARCIOFI

    Ingredienti

    • 4 carciofi
    • mezza cipolla
    • 1 spicchio aglio
    • q.b. prezzemolo
    • 1 carote
    • 1 costa sedano
    • 40 g olio extravergine di oliva
    • 4 ossobuco
    • un pizzico sale fino
    • q.b. pepe nero
    • q.b. noce moscata
    • 50 g vino bianco
    • 400 g acqua
    • 1 cucchiaino dado vegetale
    • 6 pomodori pachino

     

    Pulire i carciofi, tagliarli in quarti, posizionarli nel Varoma e mettere da parte.

    Mettere nel boccale la cipolla tagliata, l’aglio, il prezzemolo, la carota e il sedano tagliati a rondelle: 5 sec. vel. 7.

    Raccogliere sul fondo con la spatola e aggiungere l’olio.

    Posizionare gli ossobuchi infarinati sopra le lame, salare, pepare e mettere una grattugiata di noce moscata: 8 min. 120° vel. Soft antiorario.

    Girare gli ossobuchi e continuare la cottura: 7 min. 120° vel. Soft antiorario.

    Aggiungere il vino: 5 min. 120° vel. Soft antiorario senza misurino.

    Aggiungere l’acqua e il dado e posizionare il Varoma con i carciofi: 15 min. temp. Varoma vel. Soft antiorario.

    Rimuovere il Varoma e continuare la cottura degli ossobuchi: 30 min. 100° vel. Soft antiorario.

    Togliere gli ossobuchi e impiattarli.

    Mettere nel boccale i carciofi e i pomodori: 5 min. 100° vel. Soft antiorario.

    Versare il sughero sopra la carne e servire.

    SENZA BIMBY

    • 4 ossibuchi di vitello
    • aglio
    • farina
    • prezzemolo
    • sale
    • 4  carciofi
    • vino bianco
    • brodo vegetale
    • olio extravergine di oliva
    • pepe

    Infarinate gli ossibuchi e metteteli a rosolare in una padella con un cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio schiacciato.

    Bagnateli quindi con un bicchiere di vino e lasciate evaporare, poi spegnete.

    Pulite i carciofi e tagliateli a spicchi fini, metteteli in un quadrato di carta fata, appoggiate sopra gli ossibuchi, bagnate con due mestoli di brodo, salate e pepate.

    Chiudete il cartoccio e mettete in forno per 50 minuti a 160°, poi apritelo completate con prezzemolo tritato e servite, con o senza il cartoccio

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: