5 favolosi trucchi e ricette per sbiancare e disinfettare i cuscini

cuscini su cui poggiare la propria testa per riposare bene o da mettere dietro la schiena per sedersi più comode sono davvero utili per il benessere e il confort quotidiano. Tuttavia col tempo i cuscini possono ingiallirsi, macchiarsi e accumulare polvere, forfora, sudore e cattivo odore. A tal proposito come si fa a sbiancare e a disinfettare i cuscini?

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SEMPRE ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E NELLA NOSTRA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

COME SI FA A SBIANCARE E A DISINFETTARE I CUSCINI?

E’ un po’ di tempo che non riesci più a dormire bene perché il tuo cuscino ti fa grattare i capelli o ti si tappa il naso appena poni la testa sul cuscino? Oppure i cuscini che tu e la tua famiglia utilizzate solitamente per stare più comodi o per arredare la casa sono ingialliti per il sudore e/o sono piuttosto sporchi, hanno un pessimo odore e sono brutti da guardare? Allora è arrivato il momento di sbiancare e disinfettare i tuoi cuscini! Ecco 5 favolosi trucchi.

  • Lava un cuscino alla volta in lavatrice o al massimo 2, e poi, quando il programma di lavaggio è terminato, aziona più volte la centrifuga per eliminare l’acqua residua dal cuscino oppure utilizza l’asciugatrice per un’asciugatura migliore. Al riguardo se non hai l’asciugatrice puoi usare l’essiccatore di una lavanderia a gettoni.
  • Per completare l’asciugatura disponi il cuscino in orizzontale sopra i fili di uno stendino e mettilo all’aria aperta. L’asciugatura avrà una durata diversa a seconda della stagione, in particolare dovrai attendere alcune ore in estate oppure fino a 2, 3 o 4 giorni nelle stagioni più fredde, pertanto durante l’inverno e l’autunno è preferibile posizionare lo stendino in casa nei pressi di una fonte di calore, come il termosifone, il calorifero o il camino, o vicino al deumidificatore;
  • Aggiungi una pallina piena di candeggina e un’altra colma di cristalli di soda da bucato, detta anche carbonato di sodio, nel cestello della lavatrice assieme al cuscino da lavare oppure puoi usare una sola pallina in cui versar ½ di aceto di vino bianco e ½ di bicarbonato di sodio per ottenere ugualmente una pulizia profonda.
  • Metti i cuscini in ammollo prima del lavaggio con dell’acqua, della candeggina e del carbonato di sodio. In merito è anche possibile sostituire la candeggina e il carbonato di sodio con una tazza di bicarbonato di sodio;
  • Diluisci un cucchiaio di aceto di vino bianco o di succo di limone in 200 ml di acqua tiepida così da pretrattare le macchie dei cuscini prima del lavaggio;
  • Pretratta i cuscini con bicarbonato di sodio mescolato con poca acqua e qualche goccia di tea tree oil per sbiancarli e disinfettarli allo stesso tempo.

COME LAVARE E FAR ASCIUGARE I CUSCINI

Lava un solo cuscino per volta in lavatrice, o al max 2, rispettando le istruzioni riportate sull’etichetta. In merito a ciò potresti utilizzare un programma a bassa temperatura, ad esempio un programma delicato a 30° C oppure uno a 40° C, salvo che le istruzioni non prevedano il lavaggio a 60° C più idoneo per uccidere gli acari. Oltretutto evita di aggiungere l’ammorbidente, altrimenti il contenuto del cuscino si appiccicherà, ad esempio se contiene delle piume, e fai un risciacquo o 2 in più per essere sicura di aver eliminato completamente il detersivo. Al riguardo è meglio se usi un detergente liquido delicato e senza profumo per eliminarlo più facilmente di quello in polvere e soprattutto per non avere reazioni allergiche quando cerchi di dormire o di rilassarti.

Per di più se dopo il primo lavaggio il cuscino è ancora sporco perché le macchie sono ostinate dovresti effettuare un altro lavaggio o più di uno finché non diventa lindo. In merito all’asciugatura aziona più volte la centrifuga fino a che il cuscino non si sia liberato dall’acqua residua. Oppure se hai l’asciugatrice usa quest’ultima, infatti tal apparecchiatura è in grado di rendere il cuscino ben asciutto e di nuovo soffice e morbido, però stai attenta al fatto che la temperatura non sia troppo alta poiché alcuni materiali potrebbero rovinarsi o rompersi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...