RACCOLTA DI RICETTE DI SCIROPPI FATTI IN CASA CON IL BIMBY E METODO TRADIZIONALE

Oggi vogliamo proporvi ricette di sciroppi naturali fatti in casa con il bimby e metodo tradizionale.

La conservazione degli alimenti o sciroppi fatti in casa va fatta con attenzione in ambiente fresco (non freddo), ermeticamente chiuso, al buio. La mancanza di uno di questi parametri può far iniziare nello sciroppo delle reazioni chimiche che ne alterano consistenza e, probabilmente, proprietà medicamentose. Consiglieremmo pertanto di sospendere la somministrazione dello sciroppo, mentre non ha ancora “effetti collaterali”, e di rifare lo sciroppo conservandolo mantenendo le condizioni ottimali (chiuso buio fresco).

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SULLE NOSTRE RICETTE ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E NELLA NOSTRA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

HOME RIMEDI PER MAL DI GOLA

SCIROPPO DI LIMONE RICETTA CON IL BIMBY E SENZA…

SCIROPPO FATTO IN CASA CON IL BIMBY E SENZA…

LATTE D’ORO RICETTA CON IL BIMBY E SENZA….E’ UN’OTTIMO ANTINFIAMMATORIO!

Sciroppo per la tosse fatto in casa all’aglio

Anche se il sapore è speciale e l’odore può risultare un po’ sgradevole, l’aglio è nemico della tosse. In questo caso bisogna immergere tre teste di aglio sbucciate e tagliate a spicchi in due bicchieri di acqua a temperatura ambiente. Il tutto va messo in un pentolino e bisogna lasciare bollire fio a che l’acqua non risulta dimezzata rispetto alla quantità originale. Gli spicchi d’aglio vanno quindi rimossi e al composto va aggiunto un bicchiere di aceto di mele e 50 grammi di miele. Il composto va quindi ad ebollizione, lasciato raffreddare e conservato in frigorifero. Un cucchiaio al giorno è la dose perfetta per lenire e disinfettare la gola, soprattutto alla sera.

Sciroppo per la tosse fatto in casa al marrubio

Il marrubio è un’erba comune che è nota dalla notte dei tempi per la sua azione fortemente balsamica e lenitiva delle muscose infiammate. Per gli impieghi fitoterapici ed erboristici, la pianta deve essere raccolta a luglio e può essere piantata sul balcone o sull’orto, dove cresce senza difficoltà, in quanto si tratta di un’erba spontanea. Per curare la tosse bisogna far bollire un cucchiaio di foglie essiccate di marrubio, che possono essere acquistate in erboristeria o farmacia in una tazza di acqua. Il liquido va quindi emulsionato con mezzo bicchiere di miele e mescolato per bene fino a che non si ottiene un composto sciropposo, che deve essere conservato in frigorifero in bottigliette di vetro. Questo sciroppo fai da te al marrubio può essere consumato nella dose di quattro cucchiaini al giorno e si rivela essere particolarmente indicato per chi soffre di tosse secca persistente.

Sciroppo per la tosse fatto in casa allo zenzero

Per preparare lo sciroppo allo zenzero bisogna quindi versare una tazza di acqua in una casseruola e aggiungere le fettine di zenzero e il limone grattugiato. La soluzione deve essere fatta bollire per cinque minuti, quindi filtrata e tenuta da parte. In una casseruola bisogna ora mettere il miele grezzo e scaldare a fuoco basso senza far bollire, ma continuando a mescolare. Al composto va aggiunto solo il succo dei limoni e tutto il composto di zenzero e buccia preparato prima. Il tutto va quindi fatto cuocere per circa 20 minuti a fuoco basso, fino a che non diventa sciropposo. Questo rimedio è speciale per i bambini, ma si rivela ottimo anche per gli adulti e può essere assunto nella dose di mezzo cucchiaino ogni due ore per i bambini, uno o due cucchiai per i bimbi fino a 12 anni e 2 cucchiaini ogni quattro ore per gli adulti.

Sciroppo per la tosse fatto in casa alle spezie

Le spezie possono rivelarsi decisamente utili per combattere la tosse. Questa ricetta di sciroppo per la tosse fatto in casa racchiude molto della medicina ayurvedica, che si propone di disinfettare le vie aree per combattere la tosse con efficacia. Gli ingredienti sono:

  • 10 grammi di tè nero biologico
  • 1 litro d’acqua
  • 20 grammi di cannella macinata
  • 20 grammi di curcuma
  • 30 grammi di zenzero
  • 300 ml di latte di mandorle no zuccherato ma naturale
  • 20 grammi di miele biologico
  • 2 limoni biologici non trattati

In un pentolino bisogna versare tutte le spezie macinate, quindi la curcuma, lo zenzero e la cannella. Bisogna quindi aggiungere il litro di acqua e portare il tutto ad ebollizione. Il composto deve essere fatto bollire per almeno 15 minuti e quindi va aggiunto il tè nero e continuare a far bollire per altri tre minuti. Il composto va quindi filtrato e si può aggiungere il latte di mandorle e lasciare riposare il tutto per un po’, fino a che non si intiepidisce. Si può quindi aggiungere il miele, la scorza di limone grattugiato e il succo di limone. Il tutto va trasferito in bottigliette ermetiche sterilizzate e conservato in frigorifero.

 

Sciroppi per la tosse fatti in casa: alcune accortezze

Chi ama preparare i rimedi naturali fai da te conosce l’importanza di acquistare materie prime eccellenti. Nel caso degli sciroppi per la tosse fai da te è fondamentale che i limoni, il miele e le spezie siano di grande qualità e bio, perché in questo modo possono esercitare al meglio il loro effetto curativo.

È altresì importante lavorare su un banco lavoro pulito e servirsi di contenitori sterilizzati per conservare gli sciroppi. Trattandosi di prodotti naturali, gli sciroppi per la tosse fatti in casa vanno conservati in frigo e quindi consumati nell’arco di massimo cinque giorni, perché si tratta di alimenti deperibili. È quindi ideale preparare poche quantità di prodotto e all’occorrenza prepararne ancora, per non dover buttare via preparazioni anche laboriose e che hanno spesso per protagonista il miele, un cibo speciale, e che se di buona qualità presenta un costo notevole.

FONTE:www.sanioggi.it

SCIROPPO CURCUMA E MIELE

  • 100 ml di miele biologico (del tipo che preferite, quello della ricetta è millefiori)
  • 1 cucchiaio di polvere di curcuma
  • 1 cucchiaio di succo di limone bio

Procedimento

In un pentolino fate sciogliere il miele a bagno maria (oppure 30 sec. nel microonde). Una volta liquido, spegnete il fuoco ed aggiungete la polvere di curcuma ed il succo di limone. Rimettete sul fuoco e mescolate per circa 3-4 minuti facendo amalgamare bene la mistura. Togliete dal fuoco e travasate lo sciroppo in una bottiglietta di vetro o in un barattolino, sempre di vetro.

Lasciate scoperchiato fino a completo raffreddamento. Una volta tiepido chiudete il barattolo (o la bottiglietta) e riponete in frigorifero. La consistenza adesso sarà molto liquida ma una volta riposto in frigorifero, diventerà più denso. Lo sciroppo si conserva bene per circa 10-15 giorni e comunque vi consigliamo di farne sempre in piccole quantità per averlo sempre fresco.

Potrete consumare lo sciroppo alla curcuma e miele assumendolo da solo a cucchiaini (2 al giorno), o aggiungerlo alla vostra tisana preferita, o ad un bicchiere di acqua calda, oppure aggiungerne due cucchiaini ad un bicchiere di latte caldo (il famoso Golden Milk).

Sciroppo di cipolla e miele

Un altro sciroppo semplice per la preparazione fai da te è miele e cipolla. L’idea del sapore di questo sciroppo vi preoccupa?

Invece il gusto è molto più gradevole di quanto tendiamo ad immaginare proprio perché il miele addolcisce il sapore e riesce comunque a conservare le molte proprietà della cipolla.

Preparazione

La preparazione richiede tempo ma è comunque semplice da fare. Prendiamo una bella cipolla e tagliamola a fettine molto sottili. Con un cucchiaio di miele ricopriamo la cipolla tagliata e lasciamo per 24 ore a macerare. Passato l’intera giornata raccogliamo il fluido e conserviamolo in una bottiglia precedentemente lavata e sterilizzata.

Indicazioni d’uso

Possiamo consumarne 1 cucchiaio sino a 4 volte al giorno al momento del bisogno,quando la tosse è persistente e si intensifica.

Sciroppo di lamponi
Proporzioni: per 1 kg di succo di lamponi, 1,3 kg di zucchero bianco e 10 g di acido citrico.
Lavare i lamponi e farli asciugare all’aria. Quindi schiacciateli tra le mani e lasciate cadere la polpa in un’insalatiera capiente. Incoperchiate e fate riposare in luogo fresco e buio. Quando iniziano a fermentare, rimescolate e schiacciate la polpa che viene a galla sul liquido almeno 2 volte al giorno. Quando avranno finito di fermentare, occorreranno da 2 a 3 giorni, filtrate il tutto attraverso un telo di lino posto su un setaccio. Versate poco composto per volta, lasciate filtrare, strizzate il telo per estrarre più liquido possibile, buttare via la polpa spremuta e ripetere l’operazione con una nuova dose di polpa. Filtrate il liquido ottenuto attraverso il telo di lino almeno 2 volte o finché sarà perfettamente limpido. Pesate il liquido ottenuto e calcolate lo zucchero e l’acido citrico necessari. Mettete il succo dei lamponi al fuoco e, a fiamma dolce, portatelo a ebollizione. A quel punto unite lo zucchero e l’acido citrico. Rimescolate in continuazione per sciogliere lo zucchero e impedirgli di attaccarsi al fondo della pentola. Dopo 2-3 minuti di ebollizione, togliete dal fuoco e fate raffreddare prima di imbottigliare.

Sciroppo d’uva

Proporzioni: per 500 g di succo d’uva fermentato, 600 g di zucchero e 3 g di acido citrico.
Lavate l’uva, bianca o rossa, e staccate gli acini dal grappolo, schiacciandoli con le mani e versando la poltiglia dell’uva in un’insalatiera capiente. Incoperchiate e lasciate fermentare per 4-5 giorni, ricordando di schiacciare e rimescolare la poltiglia almeno 2 volte al giorno. Versate il tutto su un setaccio foderato con un telo di lino e lasciate colare il succo, senza premere. Pesate il succo ottenuto, unitegli la giusta dose di zucchero e passatelo al fuoco. Fate sobbollire a fiamma dolce per 10 minuti, rimescolando. Unite l’acido citrico, fate raffreddare e imbottigliare.

Sciroppo di limoni
Proporzioni: 12 limoni, 2 kg di zucchero bianco, 0,5 l d’acqua.
Sbucciate i limoni e tenete da parte solo le scorze di 4 limoni, private della parte interna amara e spugnosa. Mettete le bucce in acqua fredda e portate il tutto sul fuoco. Quando l’acqua inizia a bollire aggiungete lo zucchero e rimescolate a lungo finché lo zucchero è completamente sciolto. Eliminate allora le bucce e unite al liquido la polpa di tutti i limoni, privata dei semi e delle pellicole interne e tritata grossolanamente. Fate sobbollire sempre a fiamma dolce finché il liquido avrà preso consistenza sciropposa e un bel colore giallo. Filtrate attraverso un setaccio senza premere la polpa degli agrumi, fate raffreddare e imbottigliare.

FONTE:www.cucinanaturale.it

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...