TRUCCHI PER NON ROVINARE LE PENTOLE ANTIADERENTI

Le pentole antiaderenti sono molto apprezzate in cucina perché impediscono che il cibo si attacchi e facilitano la cottura e il successivo lavaggio. Però, sono molto più delicate delle padelle e dei tegami in acciaio o in ghisa.Infatti, il fondo che, è rivestito in Teflon o in ceramica, è molto delicato e, per evitare che si rovini, è necessario utilizzare alcuni accorgimenti che saranno elencati di seguito.Prestare attenzione è indispensabile per impedire che il rivestimento interno sia compromesso e che, di conseguenza, l’efficacia antiaderente sia notevolmente ridotta. Ma cosa si deve fare per preservarle il più a lungo possibile?
SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SEMPRE SULLE NOSTRE RICETTE, CONSIGLI E TRUCCHI ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E NELLA NOSTRA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA
Non è necessario riorganizzare la dispensa o comprare prodotti specifici per il lavaggio o protezioni speciali e costose per riporli negli armadi in tutta sicurezza. L’importante è sempre stare attenti e seguire attentamente questi pratici ed economici consigli.Scopriamo insieme i 6 errori più comuni che rovinano le pentole antiaderenti:

1) Utilizzare utensili antigraffio

Per mantenere il rivestimento inalterato il più a lungo possibile, il primo consiglio riguarda la cottura. Infatti, l’ errore da evitare è quello di non sfregare mai il fondo con dei coltelli ed altri oggetti appuntiti o in metallo. Per girare il cibo e per servirlo, è consigliabile utilizzare utensili in legnobambù o plastica, che sono molto più delicati.

2) Spray antiaderente si o no?

Lo spray antiaderente da cucina è perfetto con una padella rivestita in Teflon o ceramica. Niente di più sbagliato. Infatti, lo spray crea una pellicola adesiva sulla padella che, il deposito maggiore avviene sui lati, con il passare del tempo, diventa sempre più difficile da rimuovere. La conseguenza è che si formi una vera e propria barriera fra il cibo ed il rivestimento, facendo perdere alla pentola la sua qualità antiaderente. Quindi, è meglio utilizzare del normalissimo olio d’oliva.

3) Il lavaggio

Oltre alla cottura, bisogna pensare anche al lavaggio più adatto per questo tipo di padelle. Meglio dei rimedi naturali ed evitate di utilizzare delle spugne abrasive. Un consiglio pratico è quello di passare il fondo della padella con una spazzola in plastica a setole morbide e del sale per staccare i residui di cibo e se si usa una spugna, è sempre bene utilizzarla dal lato morbido. In ogni caso, non mettere mai la padella in lavastoviglie.  Perché, pur riportando la dicitura “lavabile in lavastoviglie”, il contatto continuo col detersivo, combinato al calore molto elevato all’interno della macchina, è davvero molto dannoso per il rivestimento antiaderente.

4) Togliere gli avanzi dalla padella

A volte capita di non avere voglia di trasferire gli avanzi del cibo in un contenitore in plastica o in vetro ma è bene farlo. Infatti, questo tipo di padella rischierebbe di far assumere al cibo un sapore metallico e poco gradevole. Inoltre, a lungo andare, anche il rivestimento antiaderente potrebbe rovinarsi. Quindi, mai riporre la padella con il cibo rimasto direttamente nel frigo.

5) Attenzione alle temperatura

Forse, non tutti sanno che, il calore eccessivo accelera il processo di usura della padelle e, inevitabilmente, danneggia il rivestimento antiaderente. Quindi, per cucinare al meglio e rallentare il logoramento è bene mantenere una temperatura media. Inoltre, evitate sempre di mettere la padella sotto l’acqua fredda subito dopo averla tolta dal fuoco. In questo caso si potrebbe verificare uno shock che potrebbe farla deformare.

6) Conservarle e proteggerle

In molte cucine le padelle e le pentole sono impilate negli armadi ma attenzione a non rovinarle. Ovviamente, è necessario che si copra al meglio il fondo e per farlo basteranno dei tovaglioli di carta posizionati in ogni padella per proteggerne la superficie interna.

fonte:momentocasa.it
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...