TUTTO CAMPANIA -RICETTE BIMBY E SENZA

6Oggi il viaggio con Peccati di gola 568 continua e visiteremo i piatti della campania!

La cucina della campania vanta molte eccellenze agroalimentari e prodotti tipici, (oltre 450) insieme alla regione Toscana detiene il primato in Italia.

se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ricette iscrivetevi nel nostro gruppo di Facebook Bimby e non solo di peccati di gola 568 e nella mia pagina di Facebook ricette di cucina

SUGO ALLE VONGOLE (Napoli e Salerno)

spaghetti-alle-vongole-preparazione-finale.jpg

  • 2 ciuffi di prezzemolo
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 150 g di vino bianco secco
  • 100 g di acqua
  • Sale q.b.
  • 1000 g di vongole pulite
  • Un cucchiaio di pangrattato

Lava e asciuga due ciuffi di prezzemolo e trita 5 Sec. Vel. 7. Metti da parte.

Inserisci nel boccale 50 g di olio e due spicchi di aglio. 3 Min. 100° Vel. 1.

Aggiungi 150 g di vino bianco secco, 100 g di acqua e poco sale.

Metti 1000 g di vongole nel Varoma, distribuendole tra fondo e vassoio.

Posiziona il Varoma sul boccale e cuoci 16 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Scarta le vongole che non si sono aperte, sgusciane la metà e mettile in una zuppiera, aggiungi le restanti vongole con tutto il guscio.

Filtra con un colino foderato con una garza di cotone il sughetto rimasto nel boccale e metti da parte.

Lava il boccale.

Nel boccale pulito e asciutto, versa il sughetto, un cucchiaio di pangrattato e fai restringere senza misurino 5 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Versa questo sugo sulle vongole e cospargi con il prezzemolo tritato

Senza Bimby

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr di spaghetti (80 grammi di spaghetti per ogni porzione)
  • 600-800 gr di vongole veraci
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino tritato (facoltativo)
  • 1 decilitro di olio extravergine (la preparazione originale prevede una quantità maggiore rispetto ad altre ricette)
  • prezzemolo tritato q.b.
  • sale q.b. ma solo per l’acqua della pasta, o nel condimento, nel caso in cui si aggiungano i pomodorini
  • pepe macinato fresco q.b.

Come cucinare gli spaghetti alle vongole

Prendere un tegame basso o una padella capiente e far rosolare l’aglio e il peperoncino nell’olio per qualche minuto a fiamma bassa. Meglio aggiungere prima l’aglio, poi, quando comincia ad imbiondirsi, si può unire il peperoncino tritato. Unire le vongole ben lavate, coprire con un coperchio e lasciare che si aprano a fuoco dolce.

Intanto lessate gli spaghetti, scolateli al dente ed uniteli nella padella con le vongole.

Saltare ed amalgamare in padella gli spaghetti alle vongole, aggiungendo anche il prezzemolo tritato e il pepe macinato fresco.

Se volete aggiungere i pomodorini, questi devono essere saltati a parte in un’altra padella e poi uniti al condimento a base di olio e vongole.

Note: si consiglia di preparare il condimento alle vongole non appena lessate gli spaghetti, in modo che possiate gustare in pieno questo primo piatto napoletano.

Spaghetti al limone ( costiera Amalfitana)

linguine-limone-amalfi.jpg

  • succo e scorza di un limone
  •  320 gr. spaghetti
  •  spicchio aglio
  • 40 gr. parmigiano grattugiato
  • prezzemolo fresco tritato
  •  sale e pepe
  • olio evo

Preparazione

  Mettere gli spaghetti a lessare in abbondante acqua bollente salata, nel frattempo versare all’interno del boccale la buccia di limone, il prezzemolo, l’aglio ed il parmigiano: azionare per 10 secondi a velocità turbo.

desso unire l’olio, il succo del limone filtrato, il sale e il pepe: azionare ancora per 30 secondi a velocità 3-4. scolare gli spaghetti e condirli con la salsa ottenuta.

Scolare gli spaghetti al dente, quindi condirli con la salsa preparata precedentemente e servire subito, ben caldi.

Senza bimby

Ingredienti

  • 400 g di spaghetti
  • 2 limoni freschi della costiera amalfitana, preferibilmente, come abbiamo detto poco sopra, limoni della costiera IGP
  • un ciuffetto di prezzemolo fresco
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, anche questo meglio se locale. Nel caso in cui non fosse possibile procurarselo, meglio scegliere comunque un olio extravergine leggero e dal gusto non troppo marcato
  • 1/2 peperoncino fresco
  • sale, pepe

La quantità di peperoncino e di aglio sono indicativi e le quantità possono essere raddoppiate oppure dimezzate a seconda del proprio gusto.

Preparazione

Cominciamo dal prezzemolo. Laviamo con cura i ciuffetto e asciughiamolo con un canovaccio pulito. Con un coltello ben affilato sminuzziamolo perfettamente fino a farlo diventare molto sottile, quasi impalpabile.

Sbucciamo lo spicchio di aglio e tagliamolo in pezzetti davvero piccolissimi poi uniamolo al prezzemolo e li mettiamo dentro una ciotola con un pizzico di sale e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Affettiamo anche il peperoncino in modo molto sottile, uniamolo agli altri ingredienti e poi mescoliamoli con cura. Il tutto deve avvenire dentro una pentola di buone dimensioni, facendo attenzione a girare costantemente per evitare che la buccia del limone e l’aglio brucino. L’ideale sarebbe togliere la buccia dopo massimo un minuto di cottura, dato che successivamente può cominciare a sprigionare un gusto non esattamente piacevole e molto aspro.

Riempiamo per 3/4 una pentola alta dove andremo a cucinare gli spaghetti. Mettiamola a bollire e, quando avrà raggiunto la temperatura giusta, uniamo la pasta e lasciamola cuocere per i minuti indicati sulla confezione. scoliamola e uniamola al trito lasciato dentro la ciotola. Mescoliamo perfettamente e serviamo gli spaghetti al limone leggermente intiepiditi. Per un gusto più intenso possiamo grattugiare, sopra ogni porzione, un piccolo quantitativo della buccia di limone.

GNOCCHI ALLA SORRENTINA (napoli)

cropped-978-gnocchi alla sorrentina - marzia giacobbe

 gli gnocchi

  • 800 g di patate
  • 700 g di acqua
  • Sale q.b.
  • 300 g di farina 0
  • Un uovo

Per il condimento

  • 200 g di mozzarella
  • 20 g di olio extravergine di oliva
  • Uno spicchio di aglio
  • 600 g di passata di pomodoro
  • 4 foglie di basilico + q.b. per decorare
  • Parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione

Prepara gli gnocchi: lava e sbuccia le patate, tagliale a pezzetti e mettine 800 g nel Varoma.

Versa nel boccale 700 g di acqua, posiziona il Varoma e cuoci 30 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Elimina l’acqua di cottura, asciuga il boccale, inserisci le patate e un pizzico di sale. Lavora 10 Sec. Vel. 3, spatolando.

Unisci 300 g di farina e un uovo 15 Sec. Vel. 3.

Su un piano di lavoro infarinato, forma con l’impasto dei serpentelli.

Taglia ogni serpentello in pezzetti di 2 cm e passali sul rigagnocchi o segnali con i rebbi di una forchetta.

Lasciali riposare su uno strofinaccio 20 Min.

Lava il boccale con l’ autopulizia.

Metti nel boccale 200 g di mozzarella, trita 5 Sec. Vel. 5 e tieni da parte.

Pulisci con uno scottex.

Metti nel boccale 20 g di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio e fai insaporire 3 Min. Antiorario 100° Vel. 1.

Versa 600 g di passata di pomodoro, aggiungi 4 foglie di basilico e cuoci 15 Min. Antiorario 100° Vel. Soft.

Metti sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e cuoci gli gnocchi. Sono pronti appena salgono a galla.

Metti gli gnocchi in una pirofila da forno o in 4 tegamini di terracotta adatti al forno, condiscili con il sugo preparato e mescola.

Cospargi con la  mozzarella tenuta da parte, una spolverata di parmigiano grattugiato e inforna 15 Min. a 200°.

Al fine cottura, aggiungi qualche foglia di basilico fresco per decorare.

Senza Bimby

Per gli gnocchi di patate:

  • 500 gr di patate (pesate con tutta la buccia)
  • 150 gr di farina ’00
  • 2 cucchiai di uovo sbattuto
  • sale

Per la salsa e condimento:

  • 700 gr di passata di pomodoro San Marzano (meglio se preparata in casa)
  • 3 cucchiai di olio extravergine
  • basilico fresco
  • 350 – 400 gr di fiordilatte o mozzarella perfettamente sgocciolata
  • 4 – 5 cucchiai di parmigiano oppure grana
  • sale

Iniziate a preparare gli gnocchi di patate.

  • 500 gr di patate pesate con la buccia
  • 150 gr di farina + un pò per dare la forma
  • 2 cucchiai di uovo battuto (circa 1/2 uovo)

Come fare gli Gnocchi di patate

In primis portate a bollore un pentolino con abbondate acqua fredda e patate con la buccia, direttamente immerse.

Sgocciolare le patate alla perfezione

Quando risulteranno morbide alla prova forchetta, scolatele, eliminate delicatamente la buccia alle patate, verrà via come pellicola.

Inseritele subito in uno schiaccia patate. Schiacciate piano a vuoto per far uscire fuori l’acqua in eccesso. Se avete utilizzato patate farinosa, le patate saranno asciutte, ma se avete usato patate giovani e acquose, questo trucco sarà indispensabile per far uscire tutta l’acqua in eccesso che in certi casi, potrebbe essere davvero tanta.

Ripetete questa operazione fino a quando dai fori non esce solo la purea.

Se trovate il composto di patate umido, tamponatelo con uno straccio di tela.

Una volta ricavata tutta la purea, lasciate raffreddare un pò la purea in una ciotola .

Questo passaggio è fondamentale! Le patate non bollenti, inglobano meno farina! Indispensabile per la riuscita degli gnocchi.

Quando risultano tiepide, aggiungete al centro il sale, metà uovo ben sbattuto e la farina:

Come e quanto impastare:

Velocemente e molto poco! Una lavorazione lunga renderebbe l’impasto colloso. Gli gnocchi di patate vanno impastati pochissimo, giusto il tempo di assemblaggio ingredienti.

Formate quindi rapidamente una palla e assolutamente non aggiungete farina! Se avete seguito le indicazioni su come sgocciolare le patate, vedrete che non sarà necessario! Otterrete una palla morbida ma compatta:

l’impasto va lavorato subito.

Spolverate il piano di lavoro destinato ad accogliere gli gnocchi con un pizzico di farina.

Come dare la forma agli Gnocchi:

Tagliate un pezzo di impasto. Realizzate dei filoncini dello spessore di un pollice. Senza aggiungere farina, nel caso dovesse attaccare, spolveratevi solo le mani.

affettate il filoncino ogni 2 cm, in modo da ottenere dei piccoli cilindri.  potete lasciare gli gnocchi quadrati  e rigarli quadrati, per fare più velocemente, oppure arrotolarli a sfera e dargli la forma proprio come gli gnocchi comprati.

Servitevi di una forchetta leggermente infarinata, fate scivolare il vostro gnocchetto sulla parte interna pressando leggermente con il dito indice;  una volta rigato il dorso, fatelo scivolare via delicatamente.

In alternativa alla forchetta, se lo avete, potete utilizzare l’attrezzo tira gnocchi spolverato leggermente di farina.

Lasciateli riposare all’aria per circa 20 -30 minuti.

Il riposo è fondamentale affinché gli gnocchi si assestino, si raffreddino degnamente e si secchino leggermente in superficie, passaggio necessario affinché mantengano la loro forma rigata anche dopo la cottura.

La cottura immediata degli gnocchi di patate in acqua bollente potrebbe provocare la famosa “colla” decisiva per rovinare la pietanza. Al contrario, lasciare all’aria gli gnocchi più di 2 ore potrebbe rovinare diversamente l’impasto perché: potrebbe formarsi una crosta eccessiva  con un interno troppo molle e o scurirsi l’impasto.

I tempi di riposo perfetti si aggirano quindi intorno ai 20 massimo 40 minuti.

Preparate la salsa di pomodoro. Versando la salsa in un tegame ampio, aggiungete basilico fresco e 3 cucchiai di olio. Fate cuocere a fuoco basso girando di tanto in tanto per circa 20 minuti. Alla fine salate. Dovrete ottenere una salsa densa e corposa, ma allo stesso tempo saporita e delicata.

Cuocete gli gnocchi di patate in abbondate acqua e sale grosso. ci vorranno 2 minuti circa, quando gli gnocchi saliranno a galla sono pronti per essere scolati.

servitevi di un mestolo forato per scolarli e delicatamente trasferiteli in una pentola capiente con una base di 2 – 3 mestoli di salsa tiepida, Girate delicatamente gli gnocchi, aggiungete la metà della mozzarella, 2 cucchiai di parmigiano e basilico.

Cuocete gli gnocchi di patate in abbondate acqua e sale grosso. ci vorranno 2 minuti circa, quando gli gnocchi saliranno a galla sono pronti per essere scolati.

servitevi di un mestolo forato per scolarli e delicatamente trasferiteli in una pentola capiente con una base di 2 – 3 mestoli di salsa tiepida, Girate delicatamente gli gnocchi, aggiungete la metà della mozzarella, 2 cucchiai di parmigiano e basilico.

Trasferite sul fuoco, mantecate 3  minuti.

A questo punto Trasferite i vostri Gnocchi alla sorrentina in un tegame di coccio, se non lo avete, potete utilizzare una classica pirofila di porcellana. aggiungete ancora di salsa, conservandono un pochino per la superficie, aggiungete  parmigiano, basilico, mozzarella, (conservandone un pò per la superficie) girate delicatamente e completate con un ultimo strato di salsa , mozzarella e basilico,

Aggiungete 1  cucchiaino d’olio, basilico.

infornate a 200° gia ben caldo con grill azionato per circa 5 -8 minuti.

PASTA AL NERANO ( COSTIERA AMALFITANA)

spaghetti-alla-nerano

BIMBY

  • 700 grammi acqua
  • 350 grammi FUSILLI
  • 40 grammi olio evo
  • 1 spicchio scalogno
  • 300 grammi zucchine
  • 200 grammi Provolone del Monaco
  • 1-2 cucchiaini sale
  • q.b. basilico
  • q.b. menta fresca

Mettere il formaggio a tocchetti nel boccale  e tritare 5 sec. vel.7. Raccogliere il formaggio grattuggiato e mettere da parte.

Mettere lo scalogno nel boccale boccale e tritare 5 sec vel.7

Raccogliere il trito con la spatola al centro del boccale ed aggiungere l’olio. Insaporire 3 min 120° vel.4

Aggiungere una parte delle zucchine circa 100 g cuocere 3 min, / Varoma vel.1

Tritare vel 7 5 sec

Aggiungere acqua nel boccale e portare ad ebolizione 7 min/ 100°C vel.1

Ad ebolizione raggiunta salare ed aggiungere la pasta. Cuocere per il tempo indicato sulla confezione della pasta, o fino a quando non sarà al dente 100°/antiorario/soft

Friggere le zucchine in abbondante olio evo (seguire i consigli per la frittura)

A cottura ultimata aggiungere le zucchine precedentemente fritte il formaggio tritato, e foglie di basilico e menta piperita

Senza Bimby

Ingredienti per 4 persone

  • 400 grammi di spaghetti o mezzi vermicelli
  • 700 grammi di zucchine, diciamo una piccola a testa
  • Olio extravergine d’oliva
  • Aglio
  • Sale
  • Pepe nero
  • 200 grammi di provolone del Monaco grattugiato grossolanamente
  • Quattro o cinque foglie di basilico tagliate a mano

Preparazione

Dunque, seguite il procedimento consigliato per le zucchine: le tagliate sottili, le friggete in olio extravergine d’oliva e le asciugate su carta assorbente.

Nel frattempo avrete messo a cuocere la pasta e preparato una base nel tegame di mantecatura facendo rosolare, sudare come diceva Tognazzi, un paio di spicchi d’aglio in sei cucchiai d’olio d’oliva, stando bene attenti a non raggiungere mai il punto di fumo, sino a quando gli umori non saranno stati scaricati per bene. Togliete dal fuoco.

A questo punto immergete per qualche secondo le zucchine in acqua bollente, passatene una parte, diciamo un terzo, per avere il gioco della doppia consistenza aggiungendo un pizzico di sale e un filo d’olio crudo e versate il contenuto nel tegame dal quale avrete tolto l’aglio (per me lo passo comunque insieme alle zucchine perché non ci rinuncio mai).

Scolate la pasta al dente, rimettete il tegame con le zucchine passate e a tondelle sul fuoco lento, aggiungete gli spaghetti e mantecate un poco ravvivando la fiamma.

Togliete dal fuoco, aggiungete il provolone del Monaco e fatelo assorbire dalla pasta.

Impiattate aggiungendo pochissimo pepe e il basilico.

Impepata di cozze in bianco (napoli)

ximpepata-di-cozze.png.pagespeed.ic.IdioNhk4W3.jpg

Bimby

Ingredienti

  • un rametto prezzemolo
  • ½ cucchiiano in grani pepe nero
  • 2 spicchi aglio
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • 1,5 kg cozze
  • 750 g acqua
  • q.b. vino bianco
  • q.b. (tostato) pane

Pulire, lavare e asciugare bene le foglie del prezzemolo e metterle nel boccale con il pepe in grani: 10 sec. vel. 8.

Mettere da parte.

Mettere nel boccale (anche sporco) l’aglio e l’olio: 5 sec. vel. 6.

Mettere da parte.

Mettere nel boccale l’acqua con i gambi del prezzemolo e distribuire le cozze (lavate e pulite) nella campana del Varoma rivestita con carta forno.

Spolverizzare le cozze con il composto di prezzemolo e pepe e con l’olio e l’aglio e un po’ di vino.

Posizionare il Varoma: 30 min. temp. Varoma vel. 2.

Trasferire le cozze in una pirofila, servirla con il sughetto formatosi nel Varoma durante la cottura e accompagnare a piacere con del pane tostato.

Senza Bimby

  • COZZE 1 kg
  • PEPE NERO q.b.
  • PREZZEMOLO 1 mazzetto
  • SPICCHIO DI AGLIO 2
  • PEPERONCINO ROSSO PICCANTE 1
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA (EVO) 4 cucchiai da tavola
  • SUCCO DI LIMONEfacoltativo – q.b.

Pulite le cozze rimuovendo la “barbetta” che fuoriesce dal guscio e le eventuali impurità sul guscio strofinandole con una paglietta di ferro o raschiandole con un coltellino.A questo punto tritate abbondante prezzemolo e aglio e mettetelo a soffriggere in un tegame di terracotta con un bel giro d’olio extravergine d’oliva e un peperoncino piccante tagliato in quattro.Non appena l’olio inizierà a sfrigolare, unite le cozze e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco mantenendo il tegame su fuoco vivace.Lasciate che le cozze inizino ad aprirsi a tegame scoperto, quindi aggiungete un’abbondante macinata di pepe nero.Quando le cozze saranno completamente aperte e si saranno insaporite, spegnete il fuoco e portatele in tavola accompagnandole con spicchi di limone.

PIZZA CHIENA NAPOLETANA ( napoli)

pizza-chiena-2-720x720.jpg

Per l’impasto

  • 250 g di farina 00
  • 250 g di farina Manitoba
  • 50 g di acqua
  • 100 g di latte
  • 80 g di olio extravergine di oliva + q.b. per ungere la teglia
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di sale

Per il ripieno

  • 4 uova
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • 30 g di pecorino grattugiato
  • 80 g di mortadella a dadini
  • 80 g di salame a dadini
  • 80 g di speck a dadini
  • 100 g di scamorza a dadini
  • 100 g di caciocavallo a dadini
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Inserisci nel boccale 250 g di farina 00, 250 g di farina manitoba, 100 g di latte, 80 g di olio, 50 g di acqua e 15 g di lievito di birra. 1 Min. Vel. 4.

Aggiungi 10 g di sale e impasta 5 Min. Vel. Spiga.

Trasferisci l’impasto in una ciotola, copri con un telo e metti a lievitare per almeno 2 Ore.

Metti nel boccale pulito 4 uova. 30 Sec. Vel. 3.

Preleva ¼ di misurino di uova sbattute: ti servirà per spennellare la superficie della pizza.

Aggiungi 30 g di pecorino, 30 g di parmigiano, sale, pepe, mortadella, speck, salame, scamorza e caciocavallo tutti tagliati a dadini. 20 Sec. Antiorario Vel. Soft.

Ungi bene con olio una teglia di 24/26 cm di diametro dal bordo alto.

Stendi metà dell’impasto su un piano di lavoro infarinato e fodera con la sfoglia ottenuta la teglia, lasciandola fuoriuscire dai bordi.

Versa il ripieno di uova, salumi e formaggio.

Stendi l’altra metà di impasto con il matterello e disponi sulla teglia a coprire.

Sigilla bene i bordi.

Spennella la superficie della pizza con l’uovo sbattuto tenuto da parte.

Inforna 45 Min. a 180°.

Senza Bimby

Ingredienti per pasta 

  • 250 gr di farina 00
  • 250 g di farina Manitoba
  • 50 g di acqua
  • 100 g di latte
  • 80 g di olio extravergine di oliva + q.b. per ungere la teglia
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 500  di ricotta
  • 150   di provola o fiordilatte
  • 150   di salame e prosciutto cotto
  • 150   di parmigiano
  • 50    di pecorino
  • 4 uova
  • Sale e pepe qb

Procedimento

Tagliare tutti i salumi e il formaggio a pezzetti non piccoli. In una ciotola mescolare le uova con il pepe. Un pò alla volta unite alle uova i salumi e il formaggio. Uova e formaggio devono essere ben amalgamati fra loro. Imburrate ed infarinate una teglia tonda con bordi alti, stendete una parte dell’impasto e foderate lo stampo. Ora versate tutto il composto nella teglia e coprite con un altro strato di pasta, facendo moltissima attenzione a chiudere perfettamente i bordi, al fine di evitare che l’uovo fuoriesca. Infornate in forno già caldo a 200° C per almeno 60 minuti, poggiandola sulla base del forno. Il tempo varia in base alla grandezza della pizza e, al quantitativo di uova; pertanto, tanto più è grande, più deve cuocere. L’interno della pizza deve risultare perfettamente asciutto. L’uovo deve essere cotto. Per verificarne la cottura fate la prova coltello, infilando la punta sia in un angolo della pizza che al centro. Se risulterà ben asciutto allora sarà cotta. Sfornate e fate raffreddare e riposare almeno 24 ore o anche più prima di essere mangiata, perchè il tutto deve ben assestarsi ed asciugarsi.

CASATIELLO NAPOLETANO SALATO

casatiello-napoletano-600x600.jpg

INGREDIENTI PER IL BIMBY

Per l’impasto

  • 300 g di acqua tiepida
  • Un cucchiaino di zucchero
  • 20 g di lievito di birra
  • 150 g di strutto
  • 500 g di farina 0
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Per il ripieno

  • 80 g di pecorino
  • 150 g di salame tipo corallina tagliato a cubetti
  • 80 g di provolone dolce
  • 80 g di provolone piccante
  • 100 g di pancetta tagliata a cubetti
  • 3 uova sode

PREPARAZIONE

Versa nel boccale 300 g di acqua tiepida, un cucchiaino di zucchero e mescola 1 Min. 37° Vel. 2.

Aggiungi 20 g di lievito di birra 10 Sec. Vel. 3.

Unisci 150 g di strutto 10 Sec. Vel. 2-3.

Aggiungi 500 g di farina 0, il sale, il pepe e impasta 5 Min. Vel. Spiga.

Stendi l’impasto su una spianatoia dando una forma rettangolare.

Metti nel boccale 80 g di pecorino e trita 15 Sec. Vel. da 3 a 9.

Unisci 80 g di provolone dolce e 80 g di provolone piccante e trita anche questi per 10 Sec. Vel. 3-4.

Distribuisci sull’impasto steso il formaggio tritato, 150 g di salame tipo corallina tagliato a cubetti e 100 g di pancetta tagliata a cubetti. Arrotola, chiudi a cerchio e metti in uno stampo a ciambella.

Disponi le uova sode e lascia lievitare il casatiello 2 Ore e 30 Min.

Cuoci in forno preriscaldato 40-45 Min. 180°.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

Ingredienti per uno stampo da 32 cm:
  •  600 di farina 00
  •  300 ml diacqua
  •  12 gr dilievito di birra
  •  150 gr di strutto
  • 400 gr tra salame tipo napoli,prosciutto cotto e pancetta
  • 400 gr tra provolino,provolone e fontina
  •  70 gr di pecorino
  • 4 uova
  •  sale
  •  pepe

PREPARAZIONE

Disporre la farina a fontana su una spianatoia.
Sciogliere il lievito in acqua tiepida e aggiungerlo lentamente alla farina.

Iniziare ad impastare per far assorbire man mano l’acqua alla farina.
Aggiungere man mano la sugna facendola assorbire all’impasto (tenerne un po’ da parte per ungere lo stampo e per cospargere il tutto prima di infornarlo), aggiungere poco sale e una bella manciata di pepe.

Lavorare a lungo l’impasto in modo molto energico, aggiungendo man mano la sugna e il pecorino.

Formare una palla con l’impasto, disporlo su una spianatoia e far lievitare l’impasto per 1 ora circa.

Stendere l’impasto su una spianatoia infarinata con uno spessore di 1 cm circa. (Lasciare da parte un po’ di pasta per le striscioline!)

Disporre su tutta la superficie della pasta il ripieno (gli affettati e i formaggi vanno tagliati a dadini), spolverizzare con il pecorino. Arrotolare con delicatezza il più strettamente possibile.

Ungere lo stampo da casatiello con abbondante strutto, disporvi il rotolo di pasta a ciambella, unendone bene le estremità.
Farlo lievitare per tutta la notte (per velocizzare i tempi potete farlo crescere per 3 ore in un luogo caldo coperto con un canovaccio).

Fare dei buchi ad intervalli regolari e disporvi dentro le uova lavate e asciugate. Fermare le uova con delle striscioline incrociate fatte con la pasta che avete tenuto da parte, quindi ungere il casatiello con lo strutto su tutta la sua superficie.

Infornare il casatiello napoletano in forno preriscaldato a 160°C per un’oretta.

Lasciar intiepidire il casatiello, tagliare a fette e servire

STRUFFOLI

struffoli-3.jpg

INGREDIENTI BIMBY

  • 400 gr di farina 00
  •  3 uova
  •  1 noce di burro
  •  3 cucchiai di zucchero
  •  3 cucchiai di limoncello
  •  1 limone
  •  40 gr di olio di semi
  • olio di semi
  •  250 gr di  miele
Per guarnire:
  • 1 confezione di codette
  • 1 confezione di confettini argentati
  • 1 confezione di confettini all’anice

PREPARAZIONE

Versate nel boccale uova, burro, zucchero, limoncello, buccia di limone grattugiata e olio e lavorate per 30 sec., vel. 4.
Aggiungete la farina e lavorate per 1 min. e 30 sec., Vel Spiga.

Formate dei cordoncini prendendo poco impasto per volta e tagliateli a pezzettini.
Riscaldate l’olio in una padella dai bordi alti e friggete gli struffoli un po’ per volta per 2-3 minuti o fino a doratura: man mano che sono pronti, scolateli con una schiumarola e poggiateli in un piatto con il fondo cosparso di miele.
Una volta finito di friggere, aggiungete il miele rimanente e mescolate il tutto.

Disponete i vostri struffoli in forma di ciambella, guarnite con codette e confettini e servite

INGREDIENTI SENZA BIMBY

  • 400 gr di farina 00
  •  3 uova
  •  1 noce di burro
  •  3 cucchiai di zucchero
  •  3 cucchiai di limoncello
  •  1 limone
  •  40 gr di olio di semi
  • olio di semi
  •  250 gr di  miele
Per guarnire:
  • 1 confezione di codette
  • 1 confezione di confettini argentati
  • 1 confezione di confettini all’anice

PREPARAZIONE

Disporre la farina a fontana.
Al centro disporre le uova, il burro, lo zucchero, il limoncello, la buccia di limone grattugiata e l’olio.

Iniziare a lavorare l’impasto, assorbendo man mano tutta la farina.Lavorare l’impasto fin quando lavorandolo non si appiccicherà alle mani.

Formare con l’impasto dei cordoncini di pasta e tagliarli a pezzettini piccoli (il procedimento per ottenere gli struffoli è simile a quello per fare gli gnocchi).

In una padella dai bordi alti versare l’olio di semi e quando l’olio sarà bollente, calare gli struffoli.

Appena saranno dorati (2-3 minuti circa), sollevare gli struffoli con una schiumarola, farli sgocciolare e metterli in una terrina dove avrete già versato alcune cucchiaiate di miele.

Appena avrete finito di friggere tutti gli struffoli, versare il restante miele sugli struffoli e iniziare a mescolare il tutto.

Disporre gli struffoli al centro di un piatto da portata e dal centro far spazio dando agli struffoli la forma di una ciambella.

Guarnire gli struffoli con confettini e diavolini.

PASTIERA NAPOLETANA

hd450x300.jpg

INGREDIENTI PER IL BIMBY
INGREDIENTI SENZA IL BIMBY
 PREPARAZIONE
Per preparare la pastiera napoletana iniziate a preparare la PASTA FROLLA, che servirà per rivestire la pastiera: in un mixer inserite la farina e il burro freddo a pezzi e frullate il tutto per ottenere una polvere grossolana, la cosiddetta “sabbiatura”. Poi aggiungete lo zucchero, le uova, la buccia del limone grattugiata e il lievito, quindi lavorate tutto insieme per compattare un po’ gli ingredienti.
Trasferite l’impasto su un piano da lavoro e proseguite la lavorazione per ottenere un panetto compatto, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e conservatelo i frigorifero per almeno mezz’ora.
Nel frattempo mettete a scolare la ricotta, se è molto fresca potrete farla scolare anche un’intera notte. Poi passatela al setaccio. Per la pastiera napoletana potrete decidere di utilizzare la ricotta di mucca, di pecora o mista.
Ora dedicatevi alla preparazione della crema di grano e ricotta. Mettete in una pentola il latte, aggiungete il grano e le scorze tagliate finemente dell’arancia e del limone (utilizzate un pela verdure per evitare di prelevare anche la parte bianca, che risulterebbe amara). Fate cuocere a fuoco basso mescolando ogni tanto per circa 15 minuti, vedrete che il latte verrà parzialmente assorbito dal grano. Spegnete il fuoco, aggiungete il burro, mantecate e lasciate riposare per portare la crema a temperatura ambiente.
Quando la crema si sarà raffreddata riunite lo zucchero e la ricotta e mescolate bene per far assorbire lo zucchero. Aggiungete la crema di grano alla quale avrete eliminato le bucce degli agrumi, ripulendole bene da eventuali residui di crema. Se preferite potrete decidere di frullare una parte (circa 1/3) della crema di grano. Ed amalgamate il tutto.
In un’altra ciotola riunite le uova e lavoratele con una frusta, poi aggiungete il battuto d’uova alla crema di grano e ricotta ed amalgamate bene il tutto.
Infine aggiungete gli aromi: fiori d’arancia e millefiori, scorza d’arancia e cedro canditi e cannella in polvere.
Riprendete la pasta frolla e stendetela in una sfoglia più ampia del diametro della teglia.
Con la pasta frolla foderate una tortiera di 28 cm di diametro (preferibilmente di alluminio) imburrata e infarinata, pareggiate i bordi tagliando la pasta in eccesso. Versate la crema sulla sfoglia e con la pasta frolla avanzata formate le striscioline che andrete a sistemare sulla crema, incrociandole, come fosse una crostata.
Infornate la pastiera in forno preriscaldato a 170° per 60 minuti, se dopo questo tempo di cottura la pastiera è ancora troppo chiara alzate la temperatura e proseguite la cottura per altri 10-15 minuti, fino a vederla dorata. Quando è pronta spegnete il forno e lasciatela riposare per almeno 20 minuti. Poi sfornatela e fatela raffreddare completamente, poggiando la tortiera su una gratella.

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?ref=tf_til&t=wwwpeccatidig-21&m=amazon&o=29&p=8&l=as1&IS1=1&asins=B077ZT6129&linkId=8d268f4ac674673995d48fed60b3593b&bc1=FFFFFF&lt1=_top&fc1=333333&lc1=0066C0&bg1=FFFFFF&f=ifr

Annunci

Un pensiero riguardo “TUTTO CAMPANIA -RICETTE BIMBY E SENZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...