SAI FARE BENE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA?

La raccolta differenziata, un importante impegno per un ambiente più pulito Diciamo la verità, anche se la raccolta differenziata sembra una perdita di tempo, è invece un importante impegno che dobbiamo assumerci come cittadini e per lasciare ai nostri figli un mondo meno inquinato e un ambiente meno sfruttato. L’ultimissima classifica dei comuni ” ricicloni ” ha stimato che ben 1520 sono i comuni virtuosi corrispondenti a quasi 10 milioni di abitanti che quotidianamente mettono il loro impegno nella raccolta differenziata. Una classifica che dimostra che questi comuni in cima alla classifica hanno rispettato l’obbligo di legge di avviare il 65% dei rifiuti alla raccolta differenziata. Un buon risultato, dunque, che dimostra come siamo sempre più attenti alla sostenibilità del nostro vivere.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SEMPRE SULLE NOSTRE RICETTE, CONSIGLI E TRUCCHI ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO E NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA!!

E questo dove lo butto? Per quanto oggi le regole della raccolta differenziata siano chiare e ogni comune abbia “formato” i propri cittadini  a uno smaltimento corretto, a volte di fronte ai bidoni capita di soffermarsi e chiedersi “e questo dove lo metto?” Sì effettivamente ci sono dei rifiuti che proprio non sai dove buttare con il risultato che lo smaltiamo in modo sbagliato(compromettendo il ciclo dei rifiuti) oppure alla bell’e meglio lo mettiamo nell’indifferenziata. Eppure alcuni materiali non vanno assolutamente confusi ma correttamente differenziati per rendere possibile il riciclo in modo corretto e ricavare le cosiddette materie seconde (plastica, vetro, carta). Vediamo allora insieme alcuni  “rifiuti strani” dove vanno smaltiti!

Gli scontrini

Gli scontrini e ogni altro ticket in carta termica non vanno assolutamente gettati nella carta perché i componenti contenuti nell’inchiostro reagiscono  al calore e possono compromettere il corretto riciclo. Per questo motivo vanno gettati nella raccolta indifferenziata.

Il cartone unto della pizza 

Il cartone sporco della pizza da asporto va assolutamente gettato nel bidone dell’indifferenziata. Diversamente se per fortuna il coperchio della scatola da asporto non è sporco, potete separare il cartone e mettere quello pulito nella carta.

Astucci in Tetra Pak

Avete presente quegli astucci del latte, dei succhi di frutta ma anche del vino e molto altro ancora? Quel materiale si chiama Tetra Pak ed è stratificato, poiché uno strato è di alluminio, uno di carta e uno di pellicola plastica. E  bene, dove lo butto? Seguite le indicazioni del vostro comune poiché i cicli variano. Se non trovate sul sito dell’azienda di rifiuti informazioni, chiamate un numero verde o un servizio utenti. E’ molto importante che sia smaltito bene. Piatti, vasellame e “cocci” di ceramica In ogni casa con il tempo si rompe un piatto, una ciotola o qualsiasi altro utensile di cucina in ceramica. La ceramica non va confusa con il vetro, quindi attenzione perché va nella raccolta indifferenziata.

E le lampadine dove vanno? 

Per una raccolta differenziata illuminata (è il caso di dirlo!) attenzione alle lampadine perché vanno nel cestino dell’indifferenziata e mai nel vetro. Sembrano di vetro ma in realtà non vanno proprio lì. Le bottiglie, i bicchieri, i barattoli e i vasi di vetro devono essere invece conferiti nel cassonetto del vetro dove non dovete però buttare via anche lampadine , neon, specchi, bicchieri di cristallo e contenitori in pirex, tutti materiali che devono essere riciclati in maniera differente. Anche in questo caso è bene che i contenitori siano puliti e soprattutto vuoti: non inserite nel cassonetto bottiglie di vetro piene o semi-piene anche se si tratta solo di acqua.

Pirex e cristallo

Anche i tegami in pirex , molto usati in cucina, seppur derivati del vetro non vanno assolutamente confusi con il vetro e quindi gettati nell’indifferenziata. Allo stesso modo anche bicchieri in cristallo rotti devono essere smaltiti nel sacco nero.

Tra tutti i materiali che è possibile riciclare, la plastica è tra quelli che maggiormente si prestano a un riciclo completo. Largo spazio quindi a bottiglie, buste della pasta, flaconi dei prodotti utilizzati per le pulizie, vaschette del gelato, cassette e retine di frutta e verdura, vasetti dello yogurt e ancora incarti trasparenti di brioches e caramelle. Non differenziate invece nella plastica tutti quei rifiuti che presentano residui di materiali organici, ad esempio il cibo che potrebbe fermentare nel cassonetto, o residui di sostanze pericolose come vernici e colle. Ricordate sempre che tutti i contenitori devono essere puliti, svuotati e schiacciati. Togliete le eventuali etichette di carta e nel caso dei vasetti di yogurt lavateli prima di inserirli nel sacchetto della plastica.

ACQUISTA ANCHE TU SU AMAZON.IT

2 stampi per waffle antiaderenti in silicone, stampi per biscotti, attrezzi da forno per cucina, confezione da 2

STAMPI WAFFEL.jpg

Annunci

Un pensiero riguardo “SAI FARE BENE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...