Poche persone sanno che la vera causa della perdita dei capelli, delle unghie fragili e anche dell’insonnia è questa…

Milioni di uomini e donne soffrono della fragilità dei capelli e delle unghie. Così comuni da essere ormai considerati normalità, questi disturbi sono in realtà sintomo di carenze a cui il nostro organismo è sottoposto… ma non tutti possono permettersi i costosi rimedi che si acquistano in farmacia.

La rassegnazione, tuttavia, non è un’opzione, perché – come anticipato – nella maggior parte dei casi si tratta di mancanza di determinati nutrienti, come minerali, vitamine e proteine. Ecco come cambiare la nostra alimentazione per rinforzare capelli e unghie, e più in generale per rendere il nostro corpo più forte.

Vitamina H (biotina): perdita capelli, fragilità unghie

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SEMPRE SULLE NOSTRE RICETTE , CONSIGLI , TRUCCHI…VI CONSIGLIO DI ISCRIVERVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO…

Se notiamo una accentuata caduta dei capelli seguita da una capigliatura sempre meno folta, potremmo trovarci di fronte alla carenza di biotina. Questa sostanza riduce l’infiammazione dei follicoli piliferi e del cuoio capelluto, per cui la sua presenza ridotta è causa della suddetta fragilità. La vitamina H si trova in: cereali integrali, latte, tuorlo d’uovo, fegato, farina d’avena e frutta secca.

Ferro: perdita di capelli, unghie sottili, insonnia

Le donne in particolare sotto esposte alla carenza di ferro, sostanza indispensabile per un adeguato apporto di ossigeno alle cellule. Quando non presente nei livelli indicati dalla medicina si va incontro ad una varietà di sintomi, tra cui difficoltà di concentrazione, perdita di capelli, unghie scheggiate, insonnia, ecc. Il ferro è presente in: carne, pesce, legumi, semi di zucca, lenticchie, soia.

Zinco: pedira capelli, fragilità unghie

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), quasi la metà della popolazione mondiale assume poco zinco, importante per il sistema immunitario e per la stabilità generale del nostro organismo. Lo zinco aiuta le cellule a rigenerarsi più rapidamente, dunque favoriscono la ricrescita dei capelli; la sua azione si rileva anche rispetto alla formazione della cheratina, con conseguente rafforzamento delle unghie. Lo zinco si trova in: formaggio (in particolare Emmentaler e Gouda), arachidi, carne, pesce, ostriche, lenticchie.

Vitamina A: perdita capelli, salute occhi

La vitamina A è molto importante per la salute degli occhi. La cecità notturna è un segno comune di una carenza di vitamina A. Quello che molti non sanno è che una carenza può portare, inoltre, a sintomi come perdita di capelli, la perdita di appetito o alla comparsa di acne. La vitamina A è contenuta in: carote, olio di pesce, peperoni, albicocche e formaggio.

Vitamina B: perdita capelli, disturbi del sonno

L’acido folico, la vitamina B6 e la vitamina B12 sono essenziali affinché il metabolismo funzioni in modo adeguato. Una carenza di queste vitamine B può portare stanchezza, irritabilità e insonnia. Il gruppo della vitamina B include anche B3 (niacina) e B5 (acido pantotenico), importanti per pelle e capelli. Tali vitamine attivano i processi metabolici nella radice dei capelli e prevengono la produzione eccessiva di sebo della pelle. È contenuta in: uova, latticini, cereali integrali, noci, legumi, spinaci, broccoli, pomodori, banane, miglio, fagioli, piselli e patate.

Proteine: diradamento capelli, unghie fragili

Per favorire la formazione di cheratina, elemento alla base di unghie e capelli, sono necessarie le proteine. Per unghie e capelli sani non dimentichiamo di far rientrare nella nostra dieta latte e latticini, carne, semi di soia, legumi e patate.

Rame: perdita capelli

Questo minerale è importante per la formazione dei globuli rossi, la guarigione delle ferite, il sistema immunitario sano e un regolare assorbimento del ferro. Anche per la salute dei capelli il rame ha un significato, perché è coinvolto nella sua struttura. Per evitare una carenza di rame si dovrebbe assumere: noci, frutta secca, legumi, semi e pesce.

Magnesio: insonnia

A causa della carenza di magnesio si manifestano spasmi muscolari e problemi di sonno. Per compensare i livelli bassi di magnesio è possibile consumare regolarmente mandorle, noci, riso, farina d’avena, marzapane e cioccolato con un contenuto di cacao di almeno il 40%.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...